HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
Transneft riprende a pompare petrolio in Ungheria e Slovacchia
Il logo di Transneft [foto: wikimedia commons]

Transneft riprende a pompare petrolio in Ungheria e Slovacchia

Superati i contenziosi legati al pagamento e alle modalità, ma resta esclusa la Repubblica ceca

Bruxelles – Sembra rientrare il pericolo di stop delle forniture di greggio dalla Russia. Transneft riprende a pompare petrolio verso i Paesi dell’UE lasciati precedentemente a secco per disguidi dovuti a ritardi nei pagamenti. Mol Nyrt, gruppo di raffinazione e distribuzione ungherese, ha fatto sapere che le consegne sono ripartite per la Slovacchia e che oggi (11 agosto) l’oleodotto ungherese tornerà a essere pieno. Un ritorno alla normalità che conferma l’ottimismo mostrato a Budapest dopo le interruzioni. Il portavoce di governo, Zoltan Kovacs, aveva fatto sapere che lo stop al pompaggio era da attribuire a meri “problemi tecnici”.

La situazione però non sembra essere completamente ristabilita. Se da una parta Transneft riprende a pompare greggio, dall’altra parte le forniture di greggio dalla Russia riguardano Slovacchia e Ungheria, ma non riprenderanno per il momento verso la Repubblica ceca. Il Paese dell’Europa centrale non ha risolto il contenzioso legato alle modalità di pagamento, e quindi per il momento resterà senza rifornimenti dalla Russia. Spetta dunque al governo di Praga trovare il modo di superare l’impasse. Intanto l’UE tira un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo di uno taglio delle forniture di petrolio russo.

ARTICOLI CORRELATI