Renzi: Ue non è un covo di burocrati? Tolga gli investimenti dal Patto di stabilità

print mail facebook twitter single-g-share

Il premier torna a stuzzicare Bruxelles chiedendo che le spese per l’innovazione, la scuola e le infrastrutture vengano scorporate dal computo del rapporto Deficit/Pil. Moscovici risponde che “non si può esagerare con la creatività”

LASCIA UN TUO COMMENTO