Ue pubblica i dettagli del Privacy shield, che non convince tutti

print mail facebook twitter

L’accordo sulla protezione dei dati personali trasferiti negli Usa si basa in gran parte su impegni non vincolanti. Ci saranno revisioni annuali, la possibilità di ricorso e anche di una sospensione del flusso di informazioni in caso di violazioni gravi. Ma le Ong non si fidano

LASCIA UN TUO COMMENTO