Ue pubblica i dettagli del Privacy shield, che non convince tutti

print mail facebook twitter single-g-share

L’accordo sulla protezione dei dati personali trasferiti negli Usa si basa in gran parte su impegni non vincolanti. Ci saranno revisioni annuali, la possibilità di ricorso e anche di una sospensione del flusso di informazioni in caso di violazioni gravi. Ma le Ong non si fidano

LASCIA UN TUO COMMENTO