Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Elezioni 2022 Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
La Serie A a Bruxelles con il torneo dei club dei tifosi

La Serie A a Bruxelles con il torneo dei club dei tifosi

Il Lazio Club “Luigi Bigiarelli” lancia la proposta (e la sfida), e lavora all'organizzazione del campionato

A Bruxelles c’è un realtà tutta italiana, composita e variegata, a volte anche multilinguistica e multiculturale. Sicuramente variopinta, fatta di colori diversi ma mai casuali. E’ l’insieme dei club delle squadre di calcio, creati dagli italiani emigrati all’estero per mantenere un filo diretto col proprio paese d’origine e soprattutto con la propria squadra del cuore. Roma, Lazio, Inter, Juventus, Torino, Fiorentina, Napoli, Bologna, Sampdoria, Genoa: racchiusi per le birrerie della capitale europea sono numerose le squadre di calcio che hanno visto gli italiani creare club, alcuni ufficiali altri no. Ognuno ha il proprio punto di ritrovo, e ognuno è un punto di riferimento per i nuovi arrivati. Ora questi club hanno la possibilità di entrare in contatto tra loro, con uno speciale campionato di calcio che esporta in Belgio, su scala ridotta, la serie A.

L’idea parte dal Lazio Club Bruxelles Luigi Bigiarelli. Alcuni membri, sapendo dell’esistenza di altri club di altre squadre italiane, hanno pensato di sfidarli in partite amichevoli. Amichevoli in tutti i sensi: l’intento era quello di fare conoscenza uscendo dall’ambito della propria “curva”. A fine marzo la prima partita: un Lazio club – Juventus club finito in favore dei bianconeri. E’ stato il primo atto di un’iniziativa che ha visto un secondo incontro, questa volta tra i club di Lazio e Inter (e questa volta con la vittoria bianco-celeste per 6-3). L’iniziativa non sembra né limitarsi a queste partiti né a queste squadre. Al contrario, in mente c’è l’organizzazione di un torneo che coinvolga più squadre. Al Lazio club Bruxelles si lavora per capire come, dove, e quando organizzare il tutto. Di certo non c’è ancora nulla, se non la volontà di creare un campionato finora mai visto nella città più tifosa del regno. Il torneo non dovrebbe partire comunque prima dell’anno prossimo, ma in vista di un’organizzazione con la “o” maiuscola, i laziali di Bruxelles stanno prendendo contatti per vedere di lanciare una ‘competizione pilota’ per l’estate (giugno-luglio), una sorta di prova generale per il torneo che verrà.

L’idea è di un campionato di calcio a 5, da disputare a otto squadre (che oltre al Lazio club sarebbero, secondo gli organizzatori, Roma club, i club di Inter e Milan, e quelli di Juventus, Napoli, Fiorentina e Bologna). Partite da due tempi di 20 o 25 minuti a eliminazione diretta per tre turni di torneo (quarti di finale, semifinali, finali). Il tutto, se possibile, in tre giornate di campionato con le rappresentative in campo in contemporanea così da rendere più snella la competizione. L’idea di base è quella appena descritta. Un’idea tutta italiana, “un’occasione simpatica per vivere ‘sport & support’ nella maniere giusta”, per citare un membro del Lazio Club Bruxelles.

Emanuele Bonini

 I club a Bruxelles:

 Il Bologna club di Bruxelles: tanto Rossoblu da dimenticare il nome nel logo

– Il club del Toro cresce e viaggia in Italia

– Col club Viola il Franchi è a Bruxelles: “Montella, riportaci in Europa”

– Col Club Napoli il simbolo di Bruxelles diventa ‘O Ciucckepiss 

– Lo Juve Club di Bruxelles… e la voglia di conoscere Torino

– Inter club Europa: sede con la Juve, e al derby ospiti milanisti

– Il Roma Club “Bruxelles Ahò?!”: non ufficiale, per ospitare tutti

 Dal 2008 “La ruota” di Genova è a Schaerbeek, con il Sampdoria Club Bruxelles Europa

 Bruxelles “riscopre” la Lazio con il club ‘Luigi Bigiarelli’