HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
E-commerce, impegno tra Ue e piattaforme per bloccare articoli pericolosi

E-commerce, impegno tra Ue e piattaforme per bloccare articoli pericolosi

Alibaba (per AliExpress), Amazon, eBay e Rakuten France pronti a reagire alle segnalazioni di prodotti pericolosi entro due giorni in caso per gli avvisi di autorità nazionali e cinque giorni per quelli dei privati. Il plauso di Jourova

Bruxelles – Tempi di reazioni rapidi contro gli articoli pericolosi venduti on-line. Alibaba (per AliExpress), Amazon, eBay e Rakuten France hanno sottoscritto con la Commissione europea un impegno per reagire alle notifiche di prodotti pericolosi trasmesse dalle autorità degli Stati membri entro due giorni lavorativi, e ad adottare misure a seguito di segnalazioni da parte di clienti entro cinque giorni lavorativi.

I quattro operatori on-line, nello specifico, intendono fornire ai clienti una chiara modalità per comunicare la presenza di prodotti pericolosi sul web. In tal senso permetteranno di consultare le informazioni sui prodotti richiamati e pericolosi disponibili nel sistema di allarme rapido dell’Ue per i prodotti pericolosi non alimentari. Si metterà a disposizione dell’utente anche l’insieme delle informazioni relativo ad altre fonti quali le autorità di controllo. Ancora, le quattro piattaforme forniranno specifici punti di contatto per le autorità degli Stati membri dell’Ue per segnalare prodotti pericolosi e agevolare la comunicazione su questioni relative alla sicurezza dei prodotti. C’è poi l’impegno ad adottare misure volte a “prevenire la ricomparsa delle voci relativi ai prodotti pericolosi già eliminate”, e fornire informazioni e formazione ai venditori sulla conformità alla legislazione Ue in materia di sicurezza dei prodotti.

“Accolgo con favore l’impegno sottoscritto sulla sicurezza dei prodotti”, il commento di una soddisfatta Vera Jourova, commissaria per la Giustizia e i consumatori. Questo impegno “consentirà di migliorare ulteriormente la sicurezza a favore dei consumatori”. Da qui l’invito affinché “altri operatori di mercato on-line aderiscano a tale iniziativa, in modo che internet diventi un luogo più sicuro per i consumatori dell’Ue”.

ARTICOLI CORRELATI