HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
Eurostat. Pil dei 28 in aumento, ma negli Usa si cresce più velocemente

Eurostat. Pil dei 28 in aumento, ma negli Usa si cresce più velocemente

Dati in crescita nel secondo trimestre. Bene Malta, Estonia e Romania; ultime della classe Italia, Danimarca, Grecia e Francia

Bruxelles – Buone notizie: l’Ufficio Statistico dell’Unione Europea, Eurostat, ha pubblicato i dati riguardanti il Pil nel secondo trimestre del 2018: rispetto al precedente periodo, sia l’Eurozona che l’Ue hanno visto una crescita del Prodotto interno lordo pari allo 0,4%; non moltissimo, ma se confrontato con lo stesso periodo del 2017, il dato è salito del 2,1%. Non altrettanto positivo è il raffronto con il dato statunitense, che ha registrato un +1% rispetto al periodo precedente, e un +2,9% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso.

I paesi capolista della crescita europea, raffrontata al primo trimestre del 2018, sono Malta (+1,9%), Estonia e Romania (entrambe +1,4%); a chiudere la fila, purtroppo, l’Italia, affiancata da Danimarca, Grecia e Francia, tutte cresciute dello 0,2%.

A contribuire positivamente sulla crescita del Pil è stata la spesa per consumi finali delle famiglie, sia nell’Eurozona, sia nell’Europa a 28 (rispettivamente +0,1 e + 0,2 punti percentuali), anche se il dato è cresciuto meno rispetto allo scorso trimestre (in cui l’aumento era stato dello 0,5% in entrambe le aree). Anche gli investimenti lordi hanno influito positivamente sulla crescita: +0,3% nell’Eurozona e +0,2% in Ue.

Parigi e Berlino in 'missione' a Washington prima del Vertice Ue. A Bruxelles sfuma l'idea di nuovo debito comune per il Piano industriale green
Economia

Parigi e Berlino in 'missione' a Washington prima del Vertice Ue. A Bruxelles sfuma l'idea di nuovo debito comune per il Piano industriale green

I Ventisette su posizioni distanti prima del Vertice Ue che giovedì e venerdì riunirà i leader nella capitale belga per discutere della risposta al piano Usa contro l'inflazione. Le Maire e Habeck incontreranno domani il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen per cercare di negoziare aggiustamenti al grande piano americano