HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Parlamento UE, Gualtieri (PD) rieletto presidente della commissione Affari economici
Roberto Gualtieri (PD/S&D), rieletto alla guida della commissione Affari economici del Parlamento europeo

Parlamento UE, Gualtieri (PD) rieletto presidente della commissione Affari economici

L'esponente socialdemocratico ha guidato l'organismo parlamentare nella precedente legislatura. Confermato per acclamazione

Bruxelles – Roberto Gualtieri è stato confermato alla guida della commissione Affari economici del Parlamento europeo. L’italiano, esponente del PD, è stato eletto per acclamazione, a conferma dell’accordo politico raggiunto tra i gruppi la settimana scorsa a Strasburgo. “Lavorerà per più investimenti, completamento dell’Unione economica e monetaria, e giustizia fiscale”, assicura il gruppo dei socialdemocratici (S&D). Dopo l’elezione di David Sassoli alla presidenza del Parlamento UE, il Partito democratico ottiene un altro risultato di prestigio nella nuova legislatura comunitaria.

Gualtieri era il presidente uscente della commissione Affari economici, di cui continuerà a presiedere i lavori per altri due anni e mezzo. Cinquantadue anni, l’europarlamentare del PD è alla sua terza esperienza consecutiva in Europa. Nel 2010 è stato nel team negoziale del Parlamento europeo, in rappresentanza del gruppo S&D, per la creazione del Servizio per l’azione esterna dell’UE, quello di responsabilità dell’Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza dell’Ue. Nella scorsa legislatura ha fatto anche parte del gruppo di lavoro sulla Brexit.

Stretta Ue sugli imballaggi, la Commissione propone obiettivi di riuso per ridurre i rifiuti e rassicura l'Italia:
Economia

Stretta Ue sugli imballaggi, la Commissione propone obiettivi di riuso per ridurre i rifiuti e rassicura l'Italia: "Molto è stato fatto, ma vogliamo di più"

Nel quadro del pacchetto sull'economia circolare, la Commissione propone la controversa revisione della direttiva imballaggi che ha destato preoccupazione in Italia. Il vice presidente Timmermans in italiano chiarisce che “nessuno vuole mettere fine alle pratiche di riciclo che funzionano bene o mettere in pericolo gli investimenti”