Il futuro dell’UE? Più pensionati che lavoratori. Con Polonia e Italia in testa

print mail facebook twitter

Le proiezioni Eurostat mostrano che nel 2100 ci saranno meno di due persone in età lavorativa per ogni persona di età pari o superiore a 65 anni. Nello Stivale rapporto invertito di 1 a 2. Il sistema non reggerà

ARTICOLI CORRELATI

    TUTTI i post di: Renato Giannetti

    Visualizza altri post
    LOADING
    LASCIA UN TUO COMMENTO