Solidarietà obbligatoria, ma non i ricollocamenti: il (quasi) nuovo patto per l’immigrazione della Commissione UE

print mail facebook twitter

Partenariati rafforzati con i Paesi terzi per favorire i rimpatri, screening obbligatori e decisioni più rapide alle frontiere. Von der Leyen: “Un nuovo inizio per l’Unione europea”

LASCIA UN TUO COMMENTO