HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
La Commissione UE chiede ai cittadini pareri sull'uso più ampio dei droni

La Commissione UE chiede ai cittadini pareri sull'uso più ampio dei droni

Aperta fino al 31 dicembre la consultazione pubblica per lo sviluppo di una nuova strategia velivoli intelligenti senza pilota, da presentare entro la fine del 2022

Bruxelles – Si lavora per una nuova strategia UE per i droni entro la fine del 2022 e la Commissione Europea vuole conoscere il parere dei cittadini. C’è tempo fino al prossimo 31 dicembre per rispondere alla consultazione pubblica sull’iniziativa per la mobilità sostenibile e intelligente (qui il link), finalizzata allo sviluppo di un’offerta di servizi e trasporti tecnologicamente digitalizzati e automatizzati.

La strategia dell’esecutivo UE sull’ecosistema dei droni si basa sul quadro normativo già in vigore a livello comunitario e sul pacchetto di sicurezza di volo adottato ad aprile, cercando di implementare nuove sinergie civili e militari. Si prevede che il mercato dei velivoli senza pilota dell’Unione Europea crescerà rapidamente nei prossimi anni, al punto di superare quello degli aerei con equipaggio.

I commenti dei cittadini permetteranno di capire il livello di accettazione pubblica dei droni, affrontando le questioni relative alla protezione dell’ambiente, alla sicurezza dei dati e alla privacy. La consultazione dovrebbe aiutare a identificare i passi per sostenere l’uso più ampio di velivoli senza pilota e garantire lo sviluppo sicuro, efficiente e sostenibile di questo ecosistema di trasporti.

Diritti di riders e lavoratori digitali, il Parlamento europeo è pronto per i negoziati con i Paesi membri
Digital

Diritti di riders e lavoratori digitali, il Parlamento europeo è pronto per i negoziati con i Paesi membri

Contrastare i "falsi autonomi", arginare il potere decisionale degli algoritmi e obbligare le piattaforme digitali a una maggiore trasparenza. Il Parlamento Ue ha approvato la propria posizione negoziale sulle misure per migliorare le condizioni di lavoro dei Gig workers. La relatrice Gualmini (Pd): "Oggi vincono gli interessi di 28 milioni di lavoratori"