HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Verdi europei: “Cingolani si dimetta, sulla neutralità l’Italia fa passi indietro”

Verdi europei: “Cingolani si dimetta, sulla neutralità l’Italia fa passi indietro”

L'ultima posizione sul nucleare portata a Bruxelles dal ministro ha scatenato le proteste di tutto il mondo ambientalista che lo giudica inadeguato per portare avanti la transizione energetica ed ecologica

Roma – Una petizione per chiedere le dimissioni del ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani. La raccolta di firme è stata lanciata dalla parlamentare di Europa verde Eleonora Evi che con diversi autorevoli esponenti e scienziati del Paese chiede “il ricambio al ministero della “finzione” ecologica perché’ per noi quello che si sta compiendo in Italia è una inversione di marcia sui temi della transizione ecologica”.

Da tutto il mondo ambientalista nei giorni scorsi si erano scatenate le proteste contro Cingolani a proposito della posizione portata in Europa sul nucleare di quarta generazione da “prendere in considerazione” nel dibattito sulla tassonomia e la transizione energetica. Una posizione mai discussa nella maggioranza e che invece sul tema specifico si presenta divisa.

Duro anche il giudizio del portavoce dei Verdi italiani Angelo Bonelli: “Abbiamo un ministro della Transizione ecologica che dice no all’auto elettrica, che autorizza con mezzo miliardo di euro le trivellazioni nel Polo Nord attraverso la CDP, che ferma gli investimenti nel trasporto pubblico locale e che rivuole il nucleare nonostante ci siano stati due referendum che lo hanno respinto”.

ARTICOLI CORRELATI