HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
In Campidoglio il saluto di cittadini e autorità a David Sassoli. Von der Leyen e Michel ai funerali di Stato

In Campidoglio il saluto di cittadini e autorità a David Sassoli. Von der Leyen e Michel ai funerali di Stato

Cittadini in fila e tutta la politica italiana per l'ultimo omaggio a David Sassoli alla camera ardente allestita in Campidoglio. Davanti al feretro Mattarella e Draghi in forma privata.

Roma – Ad accogliere il feretro in Campidoglio il sindaco della città Roberto Gualtieri che per tre legislature ha condiviso con David Sassoli i banchi del Parlamento europeo. Nella sala della protomoteca dove è stata allestita la camera ardente, il primo ad arrivare è stato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che si trattenuto qualche minuto in raccoglimento davanti alla salma. In forma privata anche la visita del presidente del Consiglio Mario Draghi e del presidente della Camera Roberto Fico.

Ancora prima dell’apertura al pubblico i cittadini erano già in fila per dare l’ultimo saluto al presidente del Parlamento europeo, una figura che fin dalla sua prima elezione nel 2009 a Strasburgo è stato molto popolare anche per il suo passato di giornalista televisivo.

In sala note di musica classica. Con i gonfaloni, accanto alla bara e alle pareti le tantissime corone di fiori delle istituzioni nazionali e internazionali e delle comunità a cui David Sassoli era legato e dove ha lasciato molti vuoti.

Per tutta la mattinata si sono alternati cittadini comuni e autorità, il segretario del Pd Enrico Letta con una folta delegazione di parlamentari Dem, Giuseppe Conte, Matteo Renzi, Massimo D’Alema, Mario Monti, Pierluigi Bersani, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni. Davanti alla bara sfila la rappresentanza della Lega guidata da Matteo Salvini e Giancarlo Giorgetti, la leader dei Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati, che si sono trattenuti per qualche minuto con la famiglia, la moglie Alessandra e i figli Livia e Giulio.

Folta anche la delegazione del governo con i ministri Dario Franceschini, Lorenzo Guerini, Enrico Giovannini, Vincenzo Amendola, Andrea Orlando, Luciana Lamorgese, Roberto Speranza, Maria Stella Gelmini.

“Perdo un amico”, dice Antonio Tajani che arriva con la delegazione dei parlamentari di Forza Italia: “Con David avevamo una stessa visione del ruolo del Parlamento e ci siamo sostenuti a vicenda”. “Ha servito il Paese in maniera esemplare”, l’omaggio di Gianni Letta che aveva conosciuto Sassoli da ragazzo ai suoi esordi nel giornalismo. “Se il clima sentito alla Camera e al Senato nel ricordo di David fosse quello che porta i grandi elettori a votare per il presidente della Repubblica sarebbe una grandissima lezione, il suo contributo alla pacificazione del Paese e allo sviluppo dell’Italia”, ha detto poi il consigliere di Silvio Berlusconi.

L’affetto e la commozione dei cittadini per la sua scomparsa, “è il segno che è possibile una buona e sana politica, ciò che David Sassoli aveva generato” ha detto il segretario del PD Enrico Letta lasciando la camera ardente. “Noi abbiamo intenzione di dare seguito a questo entusiasmo e prenderemo delle iniziative per la buona politica e per l’Europa”.

L’omaggio dei cittadini e di  persone comuni in fila per l’ultimo saluto prosegue senza sosta. Nel pomeriggio alla camera ardente anche la delegazione del Parlamento europeo che Sassoli ha guidato fino all’ultimo. Con i rappresentanti di tutti gruppi politici europei anche la vice presidente ad interim Roberta Metsola, attesi domani anche ai funerali.

Tra le presenze annunciate per le esequie di Stato che saranno celebrate da Monsignor Matteo Zuppi, quella della presidente  della Commissione europea Ursula von der Leyen, del presidente del Consiglio Charles Michel, della Grecia Katerina Sakellaropoulou e del Bundestag  Bärbel Bas che a nome della Repubblica federale di Germania  ha fatto recapitare alla camera ardente una corona.

“Con David Sassoli ci lascia prematuramente un grande europeista che si era impegnato con grande convinzione ed entusiasmo per il progetto di unificazione” ha dichiarato la presidente del parlamento tedesco. “Noi tutti gli dobbiamo molto, ed è per me un onore dargli l’ultimo saluto”.

 

ARTICOLI CORRELATI