HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Elezioni 2022 Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
L'Ue mette un piede nella Silicon Valley. Aperto nuovo ufficio a San Francisco:

L'Ue mette un piede nella Silicon Valley. Aperto nuovo ufficio a San Francisco: "Rafforzeremo la cooperazione tecnologica"

Lo ha annunciato l'alto rappresentante Ue, Josep Borrell, spiegando che si tratta di "un passo concreto per affrontare questioni come la cibernetica e il contrasto alle minacce ibride" e per far progredire il lavoro del Consiglio Ue-Stati Uniti per il Commercio e la Tecnologia

Bruxelles – L’Ue sbarca nella Silicon Valley, con un nuovo ufficio aperto oggi (giovedì primo settembre) a San Francisco, in California. Il centro globale per la tecnologia e l’innovazione digitale è stato scelto da Bruxelles per ospitare la delegazione Ue responsabile per il rafforzamento della cooperazione con gli Stati Uniti in materia di diplomazia digitale: in questo modo le istituzioni comunitarie saranno in grado di raggiungere direttamente le parti interessate statunitensi – sia pubbliche sia private – nel settore tecnologico, compresi i responsabili politici, la comunità imprenditoriale e la società civile.

Nel darne notizia, l’alto rappresentante Ue per gli Affari esteri e la politica di sicurezza, Josep Borrell, ha spiegato che la presenza dell’Ue nella Silicon Valley “risponde all’impegno di guidare la trasformazione digitale globale sulla base di valori e standard democratici”. L’apertura dell’ufficio a San Francisco è “un passo concreto per rafforzare ulteriormente il lavoro dell’Unione su questioni come la cibernetica e il contrasto alle minacce ibride, nonché la manipolazione e l’interferenza delle informazioni straniere”.

Inizialmente collocato presso il consolato irlandese, l’ufficio lavorerà sotto l’autorità della delegazione Ue a Washington, in stretto coordinamento con la sede centrale di Bruxelles e in collaborazione con i consolati degli Stati membri nell’area della baia di San Francisco. La direzione sarà assunta da Gerard de Graaf, alto funzionario della Commissione che ha lavorato a lungo sulle politiche digitali e sulle nuove leggi gemelle europee in materia di piattaforme online, il Digital Services Act e il Digital Markets Act. Come si legge nella nota del Servizio europeo per l’azione esterna, “l’apertura dell’ufficio è il risultato dell’impegno condiviso al vertice UE-Stati Uniti” del settembre 2021 per “rafforzare la cooperazione tecnologica transatlantica” ed è inoltre “parte integrante delle conclusioni sulla diplomazia digitale” dell’Unione, che mirano a “far progredire il lavoro del Consiglio Ue-Stati Uniti per il Commercio e la Tecnologia”.

ARTICOLI CORRELATI