Juncker: “All’Europa manca l’unione, redistribuzione rifugiati sia obbligatoria”

print mail facebook twitter single-g-share

Nel suo primo discorso sullo stato dell’Unione il presidente della Commissione afferma che l'”Ue non versa in buone condizioni” e sta dimenticando la sua storia in cui “ognuno di noi è stato un rifugiato”. Conferma le cifre parlando di 160mila immigrati da dividere tra i Paesi e parla di rivedere Dublino

ARTICOLI CORRELATI

    TUTTI i post di: Letizia Pascale

    Visualizza altri post
    LOADING
    LASCIA UN TUO COMMENTO