Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina NATO Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Sviluppo rurale, la Commissione approva 24 piani per 27 miliardi

Sviluppo rurale, la Commissione approva 24 piani per 27 miliardi

Secondo le stime gli investimenti creeranno 40 mila posti di lavoro nelle zone rurali e 700 mila posti per la formazione. Hogan: “I programmi sosterranno l’innovazione”. All’Italia 1,6 miliardi per 5 programmi

Roma – La Commissione europea ha approvato oggi 24 programmi di sviluppo rurale (Psr) che prevedono una spesa di 27 miliardi di euro fino al 2020 e, secondo le stime dello stesso esecutivo europeo, creeranno 40 mila posti di lavoro in aree rurali, oltre a 700 mila opportunità di formazione. Il commissario per l’Agricoltura, Phil Hogan, si è detto “lieto di constatare che quasi tutti i programmi adottati oggi sosterranno progetti di innovazione nell’ambito del Partenariato europeo per l’innovazione”.

I finanziamenti messi a disposizione dal bilancio Ue, attraverso il Feasr (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale), saranno integrati dai cofinanziamenti nazionali e dalla partecipazione dei privati agli investimenti e riguardano dieci Stati membri: Bulgaria, Croazia, Repubblica ceca, Germania, Irlanda, Italia, Romania, Spagna, Svezia e Regno Unito. All’Italia, come si vede dalla tabella diramata dalla Commissione, oltre 1,6 miliardi per finanziare 5 programmi.

Programma Finanziamento dell’UE in milioni di EUR Percentuale del totale FEASR
Bulgaria 2 366,7 2,38%
Croazia 2 026,2 2,04%
Repubblica ceca 2 305,7 2,32%
Germania – Baden-Württemberg 709,6 0,71%
Germania – Berlino e Brandeburgo 1 050,7 1,06%
Germania – Bassa Sassonia e Brema 1 119,9 1,13%
Germania – Renania e Palatinato 299,8 0,30%
Germania – Saarland 33,6 0,03%
Germania – Schleswig-Holstein 419,5 0,42%
Germania – Turingia 679,7 0,68%
Irlanda 2 190,6 2,20%
Italia – Rete Rurale Nazionale 59,7 0,06%
Italia – Bolzano 158,0 0,16%
Italia – Emilia-Romagna 513,0 0,52%
Italia – Toscana 414,7 0,42%
Italia – Veneto 510,7 0,51%
Romania 8 128,0 8,18%
Spagna – Programma nazionale nazionale 237,8 0,24%
Spagna – Aragona 467,0 0,47%
Spagna – La Rioja 70,0 0,07%
Spagna – Paesi Baschi 87,1 0,09%
Svezia 1 763,6 1,78%
Regno Unito – Scozia 844,7 0,85%
Regno Unito – Galles 655,8 0,66%

“Tra le azioni prioritarie dei programmi nazionali e regionali adottati – si legge in un comunicato dell’esecutivo comunitario – figurano l’ammodernamento delle aziende agricole, il sostegno ai giovani agricoltori, la gestione sostenibile dei terreni e il miglioramento delle infrastrutture a banda larga”.

Il sostegno per lo sviluppo rurale è costituito dal cosiddetto secondo pilastro della Pac (politica agricola comune), che per il periodo 2014-2020 prevede un totale di 118 programmi distribuiti tra i 28 Stati membri e sostenuti dai quasi 100 miliardi di euro del Feasr. Con quelli di oggi, i Psr approvati diventano 51, per un valore complessivo che supera i 62 miliardi di euro (circa il 62,4% del bilancio).