HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
Timmermans: dopo 40 anni resto romano e romanista
Frans Timmermans, primo vicepresidente della Commissione europea, con la sciarpa della Roma

Timmermans: dopo 40 anni resto romano e romanista

L'olandese primo vicepresidente della Commissione europea è uno sfegatato tifoso dei giallorossi

Bruxelles – Frans Timmermans è uno dei volti noti della Commissione Juncker. Ma è anche, e magari per qualcuno soprattutto, un’eccezione a quella legge e una deroga a quella tradizione tutta giallo-rossa per cui “romanisti si nasce, non si diventa”. Lui, olandese di Maastricht, il suo amore per Roma e la Roma non l’ha mai nascosto. Anzi, li rivendica spesso entrambi con piacere. Come in occasione dell’evento “Growth Goal – The path of the institutional reforms in EU and in Italy”, organizzato in collaborazione da Formiche ed Eunews al Parlamento europeo di Bruxelles. Aprendo i lavori i responsabili hanno sottolineato come tutti i partecipanti fossero conoscitori della lingua italiana, incluso Timmermans. Questi ha voluto spiegare il perché di questa familiarità con l’italiano. “Da ragazzo ho vissuto e studiato a Roma. Dopo quarant’anni sono rimasto romano e romanista”. Precisazioni non casuali, perché “Roma tifa Roma”, come recita uno dei tanti striscioni in curva sud.

Frans Timmermans si trasferì a Roma nel 1972, a undici anni. Suo padre era archivista presso l’ambasciata olandese in Italia, e la famiglia si trasferì per ragioni di lavoro. Timmarmans restò nella città eterna per quattro anni. La Roma la conobbe quasi per caso, di nascosto. Andò allo stadio senza dire nulla ai genitori, con gli amici di allora andò in curva Sud. “Della partita non ricordo nulla, ma l’atmosfera, i colori, i cori mi emozionarono come niente altro”, ricorderà a distanza di anni. Foto della Roma sono visibili ancora oggi sulla sua pagina Facebook.

ARTICOLI CORRELATI

Qatar 2022, il Parlamento Ue chiede risarcimenti per le vittime e punta il dito contro la corruzione
Sport

Qatar 2022, il Parlamento Ue chiede risarcimenti per le vittime e punta il dito contro la corruzione "dilagante" della FIFA

In una risoluzione approvata per alzata di mano all'emiciclo di Strasburgo, gli eurodeputati esprimono "cordoglio per le migliaia di vittime" e chiedono che vengano acclarati i responsabili. Sdegno per "gli abusi perpetrati contro la comunità LGBTQ+", con i rappresentanti del M5S che si presentano in aula con la fascia arcobaleno