HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Usa e Cina primi partner commerciali dell'Ue nel 2017

Usa e Cina primi partner commerciali dell'Ue nel 2017

Un terzo dei commerci sono verso oltreoceano. Nel mercato interno è invece la Germania a farla da padrone

Bruxelles – Stati Uniti e Cina si confermano come partner commerciali preferiti dall’Unione europea. Lo dimostrano i dati Eurostat, secondo cui i due Paesi costituiscono i partner principali del mercato europeo: gli Usa con 631 miliardi di euro, pari al 16,9% del commercio totale di merci dell’Ue e Cina con 573 miliardi di euro, pari al 15,3%. Questi Paesi staccano nettamente la Svizzera (261 miliardi di euro, il 7%), la Russia (231 miliardi di euro o 6,2%), la Turchia (154 miliardi di euro, pari al 4,1%) e il Giappone (129 miliardi di euro, pari al 3,5%).

Dopo aver osservato un calo significativo e quasi continuo fino al 2011, la quota degli Stati Uniti sul commercio totale di merci dell’Ue è aumentata fino a quasi il 18% nel 2015 e nel 2016, prima di calare leggermente di nuovo nel 2017. La quota della Cina invece è quasi triplicata dal 2000 al 2017, passando dal 5,5% al 15,3%.

Per quanto riguarda la Russia, il peso nel commercio totale di merci che ha avuto sull’Unione europea è diminuito dal 2012, passando da circa il 10% a circa il 6% nel 2016, ed è tornato ad aumentare leggermente nel 2017. I commerci con il Giappone invece sono diminuiti di oltre la metà dal 2000, passando dal 7,5% nel 2000 al 3,5% nel 2017. In Paesi come Svizzera e Turchia le rispettive quote commerciali sono rimaste stabili nell’ultimo decennio.

A livello europeo però i commerci all’interno dell’Unione si mantengono alti. Nella maggior parte dei Paesi europei, il principale destinatario delle esportazioni è stato nel 2017 un altro Paese all’interno dell’Unione europea. Fanno eccezione Germania, Irlanda e Regno Unito il cui partner commerciale principale sono gli Stati Uniti d’America, la Lituania che commercia principalmente con la Russia e Cipro che esporta soprattutto in Libia.

I dati Eurostat hanno rivelato che in alcuni Paesi dell’Ue più di un quarto dei prodotti esportati ha avuto come destinatario un solo partner europeo. Questo Paese è la Germania per la Repubblica Ceca con il 33% di prodotti esportati, Austria (29%), Ungheria (28%), Polonia (27%) e Lussemburgo (26%). Il 27% dei prodotti esportati dall’Irlanda sono andati agli Stati Uniti e il 25% delle esportazioni del Portogallo in Spagna. Nel complesso, la Germania è stato i Paese europeo con più importazioni provenienti da un totale di 17 altri Paesi membri dell’Ue. Nel 2017 gli Stati membri hanno importato un totale di 5 131 euro di beni di cui 3 276, corrispondenti al 64% dei beni complessivi, provenienti da un Paese all’interno del mercato europeo.

Stretta Ue sugli imballaggi, la Commissione propone obiettivi di riuso per ridurre i rifiuti e rassicura l'Italia:
Economia

Stretta Ue sugli imballaggi, la Commissione propone obiettivi di riuso per ridurre i rifiuti e rassicura l'Italia: "Molto è stato fatto, ma vogliamo di più"

Nel quadro del pacchetto sull'economia circolare, la Commissione propone la controversa revisione della direttiva imballaggi che ha destato preoccupazione in Italia. Il vice presidente Timmermans in italiano chiarisce che “nessuno vuole mettere fine alle pratiche di riciclo che funzionano bene o mettere in pericolo gli investimenti”