HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Deputati di En marche in visita a Roma, prosegue il dialogo tra Macron e il Pd
Emmanuel Macron

Deputati di En marche in visita a Roma, prosegue il dialogo tra Macron e il Pd

Il responsabile Europa della formazione politica del presidente francese ha guidato la delegazione che è stata ricevuta dal sottosegretario Gozi

Roma – Dopo le notizie di un avvicinamento tra il Movimento 5 stelle ed En marche – circolate la scorsa settimana su alcuni giornali ma ampiamente smentite – una delegazione di parlamentari della formazione messa in piedi dal presidente francese, Emmanuel Macron, si è recata oggi in visita a Roma. Obiettivo non era stringere improbabili legami con il M5s ma continuare a coltivare la relazione privilegiata con il Pd, nell’ottica di un’alleanza per le elezioni europee in programma a maggio 2019.

La delegazione transalpina, guidata dal responsabile Europa Pieyre-Alexandre Anglade, ha incontrato Sandro Gozi, sottosegretario uscente agli Affari europei, esponente di primo piano del Pd e artefice del dialogo con Macron, suo vecchio amico. L’esponente dell’esecutivo dimissionario ha dato notizia dell’incontro con un tweet

e in una nota ha aggiunto che “prosegue il nostro dialogo per la rifondazione europea e per la costruzione di una nuova alleanza progressista, per vincere la battaglia contro gli estremisti e i populisti antieuropei”. Un confronto definito “costruttivo” da altri due dei partecipanti, Guillaume Chiche e Pierre Person, i quali hanno usato lo stesso social network per esprimere la loro soddisfazione.

C’è anche chi però nel Pd non esulta di questa attenzione del sottosegretario verso un partito che non fa parte del socialismo europeo. L’eurodeputato Daniele Viotti è molto polemico verso l’iniziativa di Gozi, e contesta che riguardi il Partito democratico. “Noto in questi giorni l’attivismo dell’ex collega ed ex sottosegretario Sandro Gozi nei confronti di forze politiche liberali e affini – dice Viotti -. Gozi, che non mi risulta abbia incarichi nel Partito Democratico, è ovviamente libero di incontrare chi preferisce, ma sarebbe utile capire se lo sta facendo a titolo personale o se ha ricevuto un mandato, nel caso, da chi e con che obiettivi”. Viotti afferma che “la casa politica europea del Pd è il Pse e che l’unica persona titolata a rappresentarci nei consessi europei è Piero Fassino”.

ARTICOLI CORRELATI