HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
Ppe: la Polonia è sempre più lontana dall'Ue

Ppe: la Polonia è sempre più lontana dall'Ue

Secondo il Presidente del Partito Popolare Europeo Joseph Daul il governo polacco sta mettendo a repentaglio i valori alla base del diritto dell'Ue, specialmente l'indipendenza della giustizia e la chiara separazione dei poteri

Bruxelles – La Polonia sta abbandonando l’Unione europea. L’Assemblea politica del Partito Popolare Europeo ha discusso lo stato di diritto in Polonia e la situazione politica del paese nel suo incontro a Varsavia. Il Presidente del Partito Joseph Daul ha sostenuto che “l’Assemblea politica del Partito Popolare Europeo desidera dare tutto il proprio sostegno ai partiti membri del Ppe Platforma Obywatelska (Po) e Polskie Stronnictwo Ludowe (Psl) in vista delle imminenti elezioni regionali, nazionali ed europee e nella speranza che costruiscano una Polonia libera, moderna ed aperta”.

“Lo stato di diritto, l’indipendenza della giustizia e il rispetto di tutte le libertà fondamentali sono alla base di una democrazia sana”, ha però proseguito, “e il Ppe rimane attento al fatto che la Polonia si sta gradualmente allontanando dall’Ue, perché il governo polacco sta mettendo a rischio le legittime aspirazioni dei cittadini polacchi ai valori europei, soprattutto per quanto concerne l’indipendenza del sistema giudiziario polacco e la separazione chiara dei poteri”.

Joseph Daul ha detto che “la Commissione deve usare tutti gli strumenti a propria disposizione, compresa la Corte di Giustizia dell’Ue, per assicurarsi che il governo polacco rispetti i principi e gli standard del diritto europeo”.

ARTICOLI CORRELATI

Meloni si prepara al Consiglio Ue straordinario: Flessibilità risorse e fondo sovrano
Politica

Meloni si prepara al Consiglio Ue straordinario: Flessibilità risorse e fondo sovrano

Prudenza sulla modifica del regime degli aiuti di Stato, perseveranza nel dialogo transatlantico e flessibilità sull'uso delle risorse esistenti. E' la ricetta che Giorgia Meloni porta al Consiglio Ue straordinario domani e venerdì 10 febbraio per tamponare le ricadute dell'Inflation Reduction Act statunitense sull'Europa. L'attenzione di Roma è a evitare che si creino fratture e divari all'interno del mercato unico