HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Niente spezzatino, le deleghe per i fondi Ue vanno alla ministra M5s per il Sud

Niente spezzatino, le deleghe per i fondi Ue vanno alla ministra M5s per il Sud

La Lega mantiene però un controllo sui grazie alla presidenza di Giorgetti al Cipe, che decide sui cofinanziamenti nazionali

Roma – Niente spezzatino per le deleghe alla gestione dei fondi strutturali europei. L’idea di spacchettarle, indicata in un primo momento dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, è stata archiviata. La competenza per le risorse delle Politiche di coesione Ue sarà nelle mani della ministra per il Sud, Barbara Lezzi. L’esponente del Movimento 5 stelle le gestirà in esclusiva, senza cederne alcun capitolo alla titolare degli Affari regionali, la leghista Erika Stefani, com’era stato ipotizzato.

Barbara Lezzi

Un ‘controllo’ della Lega sui fondi comunitari ci sarà in ogni caso. A esercitarlo sarà lo stesso Giorgetti, in virtù della delega al Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) che gli è stata attribuita. Questo organismo, infatti, oltre all’approvazione dei grandi progetti per le infrastrutture del Paese, ha tra le proprie responsabilità anche il via libera al cofinanziamento nazionale necessario per attingere ai finanziamenti. E in passato è successo non di rado che si decidessero proprio in quella sede delle riassegnazioni di risorse.

ARTICOLI CORRELATI