HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
Unhcr e Oim ai leader Ue:

Unhcr e Oim ai leader Ue: "Concordate un'azione comune per ridurre le morti di migranti nel Mediterraneo"

In un comunicato congiunto, l'Agenzia Onu per i rifugiati e l'Organizzazione internazionale per le migrazioni auspicano che nel Consiglio europeo di oggi e domani i leader Ue convergano su una soluzione comune per ridurre le morti di migranti nel Mediterraneo, 1.000 solo quest'anno

Bruxelles – “Nel Consiglio europeo di oggi e domani, chiediamo ai Paesi dell’Ue di concordare su un’azione comune per ridurre in maniera considerevole le morti nelle acque del Mediterraneo”. Lo comunicano congiuntamente l’Agenzia delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr) e l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), che fanno sapere di essere preoccupate per la situazione nello specchio d’acqua che separa l’europa dall’Africa, la cui traversata quest’anno è costata la vita a 1.000 persone, rifugiati o migranti econmici che fossero.

“Noi dell’Unhcr e di Oim crediamo sia necessario un nuovo approccio di collaborazione, per rendere lo sbarco dei migranti salvati a largo delle coste europee più efficiente e gestibile”. Questo obbiettivo, prosegue il comunicato congiunto delle due organizzazioni internazionali, rende “necessario predisporre una collaborazione tra l’Ue, l’Onu e l’Unione africana”.

“L’approccio alla gestione dei flussi migratori deve essere più concertato con un maggior numero di posti di reinsediamento, meccanismi più efficienti di riunificazione familiare e altre soluzioni maggiormente condivise e solidali all’interno dell’Ue, come un più efficace supporto ai Paesi di primo arrivo”, affermano Unhcr e Oim.

Secondo l’Alto commissario dell’Onu per i rifugiati, Filippo Grandi, “negare le operazioni di salvataggio ai migranti in pericolo a largo delle coste europee, o delegare le proprie responsabilità sull’asilo ad altri Paesi, sono comportamenti totalmente inaccettabili, per questo necessitiamo di un Unione più solidale e collaborativa sulla questione dei migranti”.

“La nostra priorità è salvare quante più vite possibile, soprattutto di coloro, compresi donne e bambini, che sono vittima di trafficanti senza scrupoli”, indica il direttore generale di Oim William Lacy Swing.

“Esortiamo i Paesi Ue a sfruttare l’opportunità del Consiglio europeo per dare avvio a un nuovo approccio alla crisi migratoria, che preveda un controllo efficiente delle frontiere comuni, nel rispetto delle norme internazionali ed europee in materia di accoglienza, e una collaborazione più stretta e solidale nella gestione delle richieste di asilo”, conclude il comunicato congiunto di Unhcr e Oim.

Meloni si prepara al Consiglio Ue straordinario: Flessibilità risorse e fondo sovrano
Politica

Meloni si prepara al Consiglio Ue straordinario: Flessibilità risorse e fondo sovrano

Prudenza sulla modifica del regime degli aiuti di Stato, perseveranza nel dialogo transatlantico e flessibilità sull'uso delle risorse esistenti. E' la ricetta che Giorgia Meloni porta al Consiglio Ue straordinario domani e venerdì 10 febbraio per tamponare le ricadute dell'Inflation Reduction Act statunitense sull'Europa. L'attenzione di Roma è a evitare che si creino fratture e divari all'interno del mercato unico