Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Elezioni 2022 Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Piano di emergenza per la sicurezza alimentare, la Commissione Ue avvia l'iter di consultazione

Piano di emergenza per la sicurezza alimentare, la Commissione Ue avvia l'iter di consultazione

Bruxelles vuole rafforzare la risposta europea alle crisi che possono abbattersi sul sistema alimentare e che la pandemia ha messo in evidenza, dalla chiusura unilaterale delle frontiere all'interno del mercato unico all'interruzione delle catene di approvvigionamento internazionali. Il periodo per inserire i feedback rimarrà aperto fino al 3 maggio

Bruxelles vuole rafforzare la risposta europea alle crisi che possono abbattersi sul sistema alimentare e che la pandemia ha messo in evidenza, dalla chiusura unilaterale delle frontiere all'interno del mercato unico all'interruzione delle catene di approvvigionamento internazionali. Il periodo per inserire i feedback rimarrà aperto fino al 3 maggio
L'accesso agli articoli è riservato agli utenti iscritti o abbonati
ISCRIVITI o ABBONATI
Sei già iscritto o abbonato? Effettua il login

ARTICOLI CORRELATI

Farm to Fork, la Commissione Ue chiede il parere dell'EFSA sull'etichettatura nutrizionale
Notizie In Breve

Farm to Fork, la Commissione Ue chiede il parere dell'EFSA sull'etichettatura nutrizionale

L'Autorità europea per la sicurezza alimentare dovrà fornire entro marzo 2022 una valutazione scientifica per lo sviluppo di un sistema di etichettatura nutrizionale armonizzato a livello europeo, la cui introduzione è prevista entro due anni. Sceglierà quali sono i nutrienti importanti per la salute pubblica, i componenti non nutritivi del cibo e gli altri gruppi alimentari che hanno ruoli importanti nelle diete.
Bruxelles mette in pausa la rotazione delle colture per aumentare la produzione di cereali
Agricoltura

Bruxelles mette in pausa la rotazione delle colture per aumentare la produzione di cereali

Adottata la deroga temporanea alle norme sulla rotazione delle colture e sul mantenimento di elementi non produttivi sui terreni coltivabili per aumentare la capacità produttiva dell'Ue per i cereali destinati ai prodotti alimentari. Bruxelles stima di poter riportare in produzione 1,5 milioni di ettari rispetto ad oggi, gli Stati e gli agricoltori potranno decidere se farvi ricorso