HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
Ottobre è il mese europeo della sicurezza informatica:

Ottobre è il mese europeo della sicurezza informatica: "Pensa prima di cliccare"

Le buone pratiche quotidiane di protezione e risposta alle minacce online sono al centro della campagna di sensibilizzazione organizzata dalla Commissione UE, con un sito dedicato per tutti i cittadini dell'Unione

Bruxelles – Pensa prima di cliccare. È questo il motto della nona edizione del mese europeo della sicurezza informatica. Si tratta di una campagna annuale di sensibilizzazione dei cittadini UE, organizzata dalla Commissione Europea, l’Agenzia europea per la sicurezza informatica (ENISA) e oltre 300 partner negli Stati membri.

La fiducia verso la tecnologia deriva dalla sensazione di sicurezza, ecco perché questo tema è davvero centrale per la digitalizzazione del continente”, ha sottolineato la vicepresidente esecutiva della Commissione UE per il Digitale, Margrethe Vestager. Le ha fatto eco Margaritis Schinas, vicepresidente per la Promozione dello stile di vita europeo, mettendo in guardia dai rischi per tutta l’Unione: “I cyber-attacchi mettono in pericolo le nostre imprese, le nostre infrastrutture critiche, i nostri dati e il funzionamento delle nostre democrazie”. La campagna del mese europeo della sicurezza informatica “mira ad aiutare tutti ad acquisire le competenze necessarie per proteggerci dalle minacce informatiche”.

La consapevolezza sui rischi nell’ambiente digitale è una delle pietre angolari della strategia di sicurezza informatica dell’Unione Europea, annunciata dall’esecutivo comunitario nel dicembre dello scorso anno, e costituisce il tema principale della campagna di sensibilizzazione per tutto ottobre. Sul sito ufficiale del mese europeo della sicurezza informatica (qui il link) vengono forniti consigli sulle buone pratiche quotidiane e su come proteggersi quando si fanno transazioni, si comunica, si lavora o si studia online. Ma anche sulle contromisure nel caso di attacchi, incidenti e frodi informatiche, come nel caso di carte di credito compromesse, o di account violati.

L’hub di informazioni messo a disposizione dei cittadini europei comprende materiale dedicato in tutte le 24 lingue ufficiali dell’UE e linee-guida multimediali da poter scaricare. Ci si può anche mettere alla prova con un quiz per testare le proprie conoscenze in materia di sicurezza informatica e consultare la mappa interattiva con tutte le iniziative dei Paesi partecipanti, con la possibilità di segnalare e ottenere consigli quando si cade vittime di un attacco informatico.

ARTICOLI CORRELATI

Diritti di riders e lavoratori digitali, il Parlamento europeo è pronto per i negoziati con i Paesi membri
Digital

Diritti di riders e lavoratori digitali, il Parlamento europeo è pronto per i negoziati con i Paesi membri

Contrastare i "falsi autonomi", arginare il potere decisionale degli algoritmi e obbligare le piattaforme digitali a una maggiore trasparenza. Il Parlamento Ue ha approvato la propria posizione negoziale sulle misure per migliorare le condizioni di lavoro dei Gig workers. La relatrice Gualmini (Pd): "Oggi vincono gli interessi di 28 milioni di lavoratori"