HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Il commissario Reynders a Roma:
Il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti con il commissario europeo alla Giustizia e ai consumatori Didier Reynders. Roma, 3 novembre 2021

Il commissario Reynders a Roma: "I consumatori siano forze trainanti della transizione verde"

Il responsabile UE delle politiche per i Consumatori ha lodato l'impegno dell'Italia e punta sui consumatori per la riuscita delle transizioni green e digitale. Presente anche Giorgetti, che chiede di tenere alta la guardia sulle truffe

Bruxelles – “Gli impegni dell’Italia corrispondono con gli obiettivi della Commissione affinché i consumatori possano essere una delle forze trainanti della transizione verde”. Il commissario europeo per la Giustizia e i Consumatori Didier Reynders è stato oggi 3 novembre ospite presso il ministero dello Sviluppo Economico a Roma dell’evento “Dialoghi con i consumatori”, che lo porterà in tutti gli Stati membri dell’Unione europea.

L’incontro, il primo di questo tipo cui il commissario belga ha preso parte in presenza, ha visto lo svolgersi di due tavole rotonde in cui esperti italiani ed internazionali si sono confrontati sul ruolo del consumatore come attore nelle transizioni verde e digitale. Insieme a Reynders era presente anche il padrone di casa, il ministro Giancarlo Giorgetti. I due hanno avuto un colloquio bilaterale prima dell’evento, in cui hanno condiviso la necessità di un rafforzamento dei diritti e della sicurezza dei consumatori, anche in virtù degli effetti della pandemia.

Nel suo intervento alla tavola rotonda, Giorgetti si è focalizzato sulla necessità di proteggere i consumatori dalle truffe, “esigenza che diventa ancora più necessaria dal momento che la pandemia ha aumentato il ricorso al commercio online”. Il Ministro, pur riconoscendo l’importanza di “un impegno concreto, reale e misurabile” per la sostenibilità, ha dichiarato che “l’interesse verso il consumatore non può essere inferiore rispetto alle esigenze ambientali”.