Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina NATO Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
La Festa della Repubblica celebrata anche a Bruxelles
L'ambasciatore Francesco Genuardi

La Festa della Repubblica celebrata anche a Bruxelles

Musica, danze e promozione del Made in Italy coinvolgeranno cittadini italiani e belgi in tutto il regno

Bruxelles – Anche in Belgio si torna a celebrare in presenza la Festa della Repubblica, quest’anno organizzata congiuntamente dall’Ambasciata d’Italia a Bruxelles e dalle Rappresentanze Permanenti d’Italia presso la UE e presso la NATO. Gli ambasciatori Francesco Genuardi, Pietro Benassi e Francesco Maria Talò accoglieranno, in occasione delle celebrazioni del 2 giugno, le autorità italiane, belghe, europee e NATO, gli esponenti del Sistema Italia e del mondo culturale e scientifico, oltre che tutti gli amici dell’Italia che in Belgio contribuiscono al rafforzamento delle già eccellente relazioni bilaterali.

L’importanza di questo 76° anniversario sarà marcata anche dagli interventi del sottosegretario agli Affari Europei, Vincenzo Amendola, del commissario europeo Paolo Gentiloni e dei vice premier del Belgio, Petra De Sutter e Peter Van Peteghem che parteciperanno alle celebrazioni.

La cerimonia sarà aperta dagli inni nazionali ed europeo eseguiti da 15 musicisti dell’Orchestra giovanile italo-belga dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles e sarà seguita dall’inedita performance site specific “A poetry abstraction” di Diego Tortelli, realizzata in onore della Festa della Repubblica da Aterballetto-Fondazione Nazionale Danza interpretata da quattro danzatori e un violoncello. La Fondazione Nazionale della Danza, nata nel 2003 con soci fondatori la Regione Emilia-Romagna e il Comune di Reggio Emilia e diretta dal 2017 da Gigi Cristoforetti, svolge la sua attività primaria di produzione e distribuzione di spettacoli di danza con il marchio Aterballetto, principale compagnia di danza in Italia, apprezzata in tutto il mondo per l’altissimo livello dei suoi danzatori e il repertorio a firma dei maggiori creatori del nostro tempo 

Diplomazia economica e culturale faranno da sfondo alle celebrazioni del 2 giugno: la Residenza dell’Ambasciata d’Italia a Bruxelles si trasformerà in uno showcase di eccellenze italiane dell’innovazione green, del design, dell’arte e dell’agrifood. Illuminata dal tricolore, la facciata della Residenza sarà arricchita dalla presenza di una Ferrari Formula 1, da due 500 elettriche e da una colonnina ENEL X (vincitrice del prestigioso premio Compasso d’Oro) per ricarica di auto elettriche, dalla valorizzazione della campagna di Nation Brandin beIT e dalla promozione della candidatura di Roma per Expo2030. Per l’occasione verranno inoltre lanciati due progetti che renderanno la Residenza una vetrina di design e arte: il progetto “Giardino italiano” di Stefano Boeri Architetti, che sarà realizzato nei prossimi giorni presso la Residenza dell’Ambasciata d’Italia a Bruxelles per creare una piattaforma permanente di progetti legati all’innovazione, al design, alla sostenibilità ed all’arte Made in Italy, grazie alla collaborazione di Laura Gatti, Confindustria, Resstende, Elettronica, Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori, CIA e Federlegno ed il progetto “Galleria italiana in Belgio” che valorizzerà le opere d’arte contemporanea di Serena Fineschi, Turi Simeti e Marco Tirelli grazie alla collaborazione con le gallerie attive in Belgio Montoro 12, Almine Rech e Axel Vervoordt, Kanaal.

Lo stand della compagnia teatrale delle “Piccole Canaglie” a Bruxelles.

Nel corso del 2 giugno la strada sulla quale affaccia la Residenza “Avenue Legrand”, grazie alla collaborazione con il Comune di Ixelles, si è trasformata in una vetrina aperta al pubblico per la promozione delle eccellenze Made in Italy nel settore culturale, scientifico, gastronomico e della solidarietà.

Le celebrazioni non si fermano a Bruxelles ma proseguono nella sede consolare di Charleroi, oltre che a Liegi, Bligny e Mons.