HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Elezioni 2022 Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Strasburgo saluta la Regina Elisabetta.

Strasburgo saluta la Regina Elisabetta. "Ha plasmato la storia mondiale, sue parole su unità europea risuonano ancora oggi"

Un minuto di silenzio in onore della Regina d'Inghilterra scomparsa la scorsa settimana apre i lavori della sessione plenaria dell'Europarlamento dopo la pausa estiva. Per la presidente Metsola "la sua eredità sarà fonte di ispirazione per le future generazioni"

Bruxelles – Un minuto di silenzio per onorare la regina Elisabetta II d’Inghilterra, scomparsa giovedì 8 settembre all’età di 96 anni dopo averne trascorsi 70 alla guida del Regno Unito di Gran Bretagna, Irlanda del Nord e del Commonwealth. La prima sessione plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo dopo la pausa estiva si è aperta questo pomeriggio (12 settembre) a Strasburgo con le parole di cordoglio della presidente dell’Eurocamera, Roberta Metsola, in ricordo di Elisabetta II.

Gli europarlamentari riuniti in un minuto di silenzio per la regina Elisabetta II

“Poche persone hanno modellato la storia mondiale come la regina Elisabetta II e le sue parole sull’unità europea pronunciate in questo Parlamento europeo nel 1992 ancora risuonano oggi”, ha sottolineato Metsola, facendo riferimento al discorso pronunciato dalla monarca inglese subito dopo la firma del Trattato di Maastricht che ha sancito in quegli anni la nascita dell’Unione Europea come la conosciamo oggi. Un discorso che risuona come un elogio al Parlamento Europeo come casa della democrazia europea.

Metsola ne ha ricordato la devozione di una vita dedicata al servizio e al dovere. “La sua eredità sarà fonte di ispirazione per le generazioni future”, ha aggiunto Metsola parlando a nome dell’intero Parlamento europeo, esprimendo le più “sentite condoglianze ai cittadini del Regno Unito e del Commonwealth”, ha aggiunto. E’ con preoccupazione che la presidente ha aperto i lavori dell’Eurocamera. “Le ultime settimane sono state molto difficili. Continuiamo ad affrontare le conseguenze del cambiamento climatico: Bulgaria e Pakistan sono stati colpiti si trovano di fronte a inondazioni devastanti, mentre gli incendi stanno provocando serie conseguenze su alcuni Stati membri come la Francia, il Portogallo, la Spagna o la Grecia”.

ARTICOLI CORRELATI