HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Nessun altro si candida, per Donohoe rielezione più vicina alla testa dell'Eurogruppo
Pascal Donohoe con, di spalle, Paolo Gentiloni. Nessun altro si candida per la presidenza dell'eurogruppo [foto: European Council]

Nessun altro si candida, per Donohoe rielezione più vicina alla testa dell'Eurogruppo

Il ministro delle Finanze irlandese e presidente uscente non ha contendenti. Elezione il 5 dicembre, esisto che appare scontato

Bruxelles – Paschal Donohoe più vicino ad un secondo mandato per la presidenza dell’Eurogruppo. Scaduti i termini per la presentazione delle candidature, nessun altro ministro delle Finanze dei Paesi Ue con la moneta unica si è offerto per il ruolo. Il ministro delle Finanze irlandese e presidente uscente dell’Eurogruppo risulta dunque l‘unico nome su cui l’organismo informale sarà chiamato a esprimersi il 5 dicembre. Serve la maggioranza semplice dei voti per essere eletti, quindi 10 voti a favore sui 19 membri complessivi di Eurolandia, e a meno di clamorosi colpi di scena dell’ultimo minuto Donohe è dunque confermato nel suo ruolo per altri due anni e mezzo a decorrere dal 13 gennaio 2023.

ARTICOLI CORRELATI