Il fronte Ue anti-accoglienza si compatta: quote inaccettabili

print mail facebook twitter single-g-share

Riuniti a Praga, i leader di Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria e Slovacchia preparano la linea comune contro la proposta di Bruxelles: “Serve approccio volontario”. E chiedono maggiore attenzione per la situazione dei Balcani e rispetto rigoroso delle regole di Dublino

ARTICOLI CORRELATI

    TUTTI i post di: Letizia Pascale

    Visualizza altri post
    LOADING
    LASCIA UN TUO COMMENTO