Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Elezioni 2022 Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
LuxLeaks, via libera del Parlamento Ue alla 'commissione speciale'

LuxLeaks, via libera del Parlamento Ue alla 'commissione speciale'

Formata da 45 membri e con un mandato iniziale di sei mesi, si occuperà di esaminare gli accordi fiscali conclusi dagli Stati membri dal 1991 e la trasparenza delle decisioni fiscali

Via libera del Parlamento europeo all’istituzione di una “commissione speciale” per monitorare “le decisioni fiscali e altre misure simili” degli Stati membri dell’Ue. L’Aula di Strasburgo ha votato ad ampissima maggioranza (612 voti favorevoli, 19 contrari e 23 astensioni) a favore della creazione dello strumento di cui si è iniziato a parlare dopo l’esplosione dello scandalo Luxleaks sui regimi fiscali agevolati concessi dal Lussemburgo alle grandi multinazionali.

La commissione speciale è stata al centro di un contenzioso tra i gruppi politici dopo che popolari, socialisti, liberali e conservatori si sono opposti alla creazione di una “commissione di inchiesta” che, secondo Verdi e Sinistra radicale che l’avevano proposta, avrebbe avuto molto più potere d’indagine rispetto alla “commissione speciale” per cui si è optato.

L’emiciclo si è comunque accordato su questo strumento attribuendogli il mandato di esaminare gli accordi fiscali conclusi partendo dal 1° gennaio 1991 e verificare anche come la Commissione europea gestisce gli aiuti di Stato negli Stati membri e la trasparenza delle loro decisioni fiscali. La commissione speciale si adopererà inoltre per accertare l’impatto negativo della pianificazione fiscale aggressiva sulle finanze pubbliche e presenterà proposte per il futuro. La commissione sarà formata da 45 membri e la sua durata iniziatale è fissata a 6 mesi.