HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Elezioni Ue, oggi si chiudono le candidature del M5S Europa. Poi le primarie per le liste

Elezioni Ue, oggi si chiudono le candidature del M5S Europa. Poi le primarie per le liste

Prevista grande partecipazione. Meritocrazia il criterio di selezione dei candidati per il voto del 26 maggio

Bruxelles – Formati, competenti, e ovviamente sostenitori della causa. Il Movimento 5 Stelle ha avviato il processo di formazione delle liste elettorali in vista delle prossime elezioni europee di maggio. Tutto secondo il modello a cinque stelle: candidature on-line, sulla piattaforma Rousseau, aperta a tutti quelli che vogliono promuovere il cambiamento ai sensi del codice di condotta e, ovviamente, del programma politico.

I 5 stelle vogliono il salto di qualità. “Abbiamo bisogno di candidati competenti, capaci di interpretare al meglio i valori del MoVimento 5 Stelle in sede europea”, specifica la delegazione pentastellata in Parlamento europeo sul proprio blog. “Se nel 2014 ci accingevamo ad entrare in una realtà completamente nuova, oggi è arrivato il momento di essere protagonisti”.

Oggi scadono i termini per la presentazione delle candidature. Si potrebbe arrivare al migliaio di domande, che saranno adesso al vaglio dei responsabili. Bisognerà capire se tutte sono accettabili ai sensi delle regole. La lista completa dei candidati sarà disponibile nei prossimi giorni, e nelle prossime settimane si terranno le euro-parlamentarie, le elezioni primarie per scegliere, dalla lista che si formerà, le persone da presentare al voto di maggio.

Le regole prevedono che ciascuno dei militanti del Movimento 5 Stelle possa votare esclusivamente per i candidati della propria circoscrizione elettorale. Priorità ai più meritevoli. Lauree, master, conoscenza di una lingua straniera o più, specializzazioni, eventuali esperienze politiche per il Movimento 5 Stelle: queste le condizioni che permettono di avere maggiori possibilità di finire a Bruxelles dopo il voto di maggio.