HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
I 18enni italiani sono i più curiosi di conoscere altri paesi europei

I 18enni italiani sono i più curiosi di conoscere altri paesi europei

Dall'Italia arriva il più alto numero di candidature al progetto "DiscoverEU". L'iniziativa permetterà a 70mila neo maggiorenni di viaggiare per un mese e visitare fino a quattro paesi Ue. I giovani selezionati potranno organizzare il viaggio tra il 1 aprile e il 31 ottobre 2020

Bruxelles – L’Italia si è spesso lamentata di una gioventù svogliata, che non è motivata a uscire dalla propria comfort zone. La realtà del progetto “DiscoverEU”, che permetterà a 70mila 18enni europei di viaggiare gratuitamente per il continente tra la primavera e l’autunno del prossimo anno, ci racconta una storia ben diversa. Il numero più alto di richieste di partecipazione all’iniziativa arriva proprio dai giovani studenti e lavoratori italiani.

Nel nuovo round per la candidature al programma DiscoverEU, la Commissione europea ha messo a disposizione altri 20mila biglietti, che si aggiungono ai 50mila pass messi a disposizione tra il 2018 e il 2019. Questi ultimi sono già stati assegnati a circa 275mila giovani applicanti; il numero più alto di partecipazioni arriva dai maggiorenni italiani (45.855), seguiti dai tedeschi (42.685), francesi (28.010) e spagnoli (26.918). D’altro canto, a un maggior numero di candidature non è automatico che corrispondano altrettante selezioni; solo 5.849 giovani italiani sono stati difatti scelti, più di 2.000 in meno rispetto ai candidati dalla Germania e circa 1.000 in meno rispetto ai francesi. Il paese che ha presentato la miglior proporzione tra applicazioni e biglietti assegnati è il Regno Unito, delle quasi 13mila richieste circa la metà hanno avuto il semaforo verde.

Un’altra chance per chi non ci è riuscito a passare ai primi round, ci sarà tempo fino al 28 novembre per presentare le applicazioni per l’ultima ondata di biglietti. Chi può partecipare a DiscoverEu? Il programma è riservato solo ai 18enni che vivono nell’Ue, sono ammessi tutti i giovani che compieranno la maggiore età entro il 31 dicembre di quest’anno. Non è invece rilevante il background dei ragazzi, il 70% dei maggiorenni che sono già stati selezionati sta terminando la scuola superiore, il 22% frequenta già l’università, mentre i restanti sono al momento impegnati in un’attività di volontariato, lavorano o si stanno prendendo un anno di pausa. Come si applica e quando inizierà il viaggio? I 18enni potranno inviare la loro richiesta tramite lo European Youth Portal, una commissione di valutazione si occuperà di selezionerà i migliori candidati. I vincitori, da soli o in gruppo, potranno godersi un viaggio di massimo un mese e visitare non più di 4 paesi Ue, l’itinerario va organizzato tra il 1 aprile e il 31 ottobre 2020; ultima regola da Bruxelles, gli spostamenti avverranno principalmente in treno, limitato l’utilizzo di navi, bus o aerei.

DiscoverEU attrae ogni anno un maggior numero di candidati. La Commissione lanciò l’iniziativa nel 2018 con un budget iniziale di 12 milioni di Euro; 25 milioni di Euro sono i fondi previsti per il 2020 a supporto del progetto. “Dopo un anno e mezzo, DiscoverEU ha creato nuove opportunità per i giovani europei che vogliono scoprire il continente. Sono davvero entusiasta di questa sorprendente risposta dai ragazzi, che stanno dando vita a una vera e propria comunità tra compagni viaggiatori. Invito tutti i giovani da ogni regione dell’Ue ad applicare per questa nuova chance di vivere la libertà e muoversi per i territori europei, così si sviluppano capacità importanti, scoprendo la nostra ricchezza culturale e formando nuove amicizie” le parole di Tibor Navracsics, commissario europeo per l’Istruzione, Cultura, Gioventù e Sport.

ARTICOLI CORRELATI