HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Auto e furgoni, al via la raccolta dati sulle emissioni reali di CO2

Auto e furgoni, al via la raccolta dati sulle emissioni reali di CO2

Dal 2021 sui nuovi veicoli immessi nel mercato l'obbligo di un dispositivo per misurare il carburante o l'energia consumati durante l'uso. Da fine 2022 la Commissione pubblicherà su base annuale i dati aggregati per mostrare la differenza tra omologazione e uso effettivo del mezzo

Bruxelles – Tutte le nuove auto immesse sul mercato europeo nel 2021 dovranno avere un dispositivo di misurazione a bordo che registra il carburante o l’energia consumati dal veicolo quando è in uso. La Commissione Europea ha adottato ieri (4 marzo) il regolamento di esecuzione UE 2021/392 sul monitoraggio e comunicazione dei dati relativi alle emissioni di CO2 delle autovetture e dei veicoli commerciali.

Secondo il regolamento, la raccolta dei dati sul consumo reale di carburante ed energia consentiranno di monitorare la differenza di emissioni registrata tra l’omologazione e quelle effettive di CO2 “e forniranno una migliore comprensione delle prestazioni dei veicoli in condizioni di guida reali”. L’UE fa sapere che i primi dati saranno raccolti dai nuovi veicoli venduti nel 2021 e saranno comunicati all’Agenzia europea dell’ambiente (EEA) a partire dall’aprile 2022. Viene specificato che i proprietari dei veicoli hanno la possibilità di interrompere la raccolta dei dati. A partire dal dicembre 2022, la Commissione pubblicherà ogni anno i dati del mondo reale in un formato aggregato.