HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
Vestager sullo stop ad AstraZeneca:

Vestager sullo stop ad AstraZeneca: "Giusto essere sicuri su tutti i vaccini"

Per la Commissaria alla Concorrenza oggi nuovo confronto con il governo italiano per la vicenda Alitalia. Finora una "collaborazione ottima, spero ci sarà presto un risultato positivo"

Roma – “La fiducia dei cittadini è molto importante e capisco perché le autorità hanno reagito a questa situazione”. Margrethe Vestager, commissaria europea alla Concorrenza, intervistata a Rainews 24, commenta le ultime vicende che hanno portato al blocco della somministrazione del vaccino AstraZeneca in molti Paesi dell’UE.

“Giovedì l’EMA darà il suo parere, è in gioco la fiducia ed è giusto avere la valutazione di un’autorità indipendente: è importante essere sicuri su tutti i vaccini”.  Sui riflessi della campagna vaccinale dopo questo stop, Vestager ha ricordato il lavoro del commissario Thierry Breton con la task force che sta esaminando tutti i siti, monitorando le forniture delle case farmaceutiche per “fare in modo che tutti colli di bottiglia vengano superati e che tutti i Paesi siano allo stesso livello”.

A proposito del passaporto vaccinale la Commissaria ha detto che “è necessario ricreare la fiducia delle persone che vogliono tornare a viaggiare con sicurezza”. Una decisione in questa direzione servirebbe anche a rilanciare “l’industria del turismo che ha sofferto moltissimo e da cui dipende l’occupazione di molti cittadini europei”.

La giornata odierna prevede anche un appuntamento molto delicato per i destini di Alitalia. Vestager avrà un nuovo confronto in video conferenza con i ministri dell’Economia, dello Sviluppo economico e delle infrastrutture, Daniele Franco, Giancarlo Giorgetti e Enrico Giovannini.

“È importante che l’ottima cooperazione con il governo italiano continui” ha detto, con l’auspicio che dopo il lavoro tecnico fatto si raggiunga un risultato positivo in un tempo ragionevolmente breve.

Vestager ha spiegato che su eventuali sanzioni relative per gli aiuti di Stato “non è stata completata la valutazione. Alitalia si trovava con gravi perdite da prima della crisi del Covid e ha ricevuto molti soldi, prima 900 milioni, poi altri 400 e che non sono stati disponibili ad altre aziende”. Un mercato in cui le cose sono molto difficili per tutti. Per questi motivi sul futuro della compagnia “serve una buona soluzione, un piano che consenta di recuperare i costi e fare anche profitto”.

ARTICOLI CORRELATI

L'Unione europea trova l'accordo sul tetto al prezzo del petrolio raffinato russo
Economia

L'Unione europea trova l'accordo sul tetto al prezzo del petrolio raffinato russo

Intesa sul filo di lana tra gli ambasciatori Ue per ‘price cap’ a 100 dollari al barile per i prodotti derivati cosiddetti ‘di alta qualità’ (high value), come diesel e benzina, e 45 dollari al barile per i prodotti di bassa qualità, come gli oli combustibili. Dopo la procedura formale, il tetto sarà in vigore da domenica 5 febbraio insieme all'embargo europeo sugli stessi prodotti raffinati