Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina NATO Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Riforma della PAC sul tavolo dei ministri dell'Agricoltura. Lisbona spera in un accordo entro maggio
Maria Do Ceu Antunes, ministro dell'Agricoltura portoghese

Riforma della PAC sul tavolo dei ministri dell'Agricoltura. Lisbona spera in un accordo entro maggio

Architettura verde della Politica agricola comune al centro dell'agenda del Consiglio di lunedì 26 aprile. La presidenza del Portogallo si prepara per il prossimo giro di negoziati con il Parlamento europeo che si terrà il 30 aprile con focus sui piani strategici

Architettura verde della Politica agricola comune al centro dell'agenda del Consiglio di lunedì 26 aprile. La presidenza del Portogallo si prepara per il prossimo giro di negoziati con il Parlamento europeo che si terrà il 30 aprile con focus sui piani strategici
L'accesso agli articoli è riservato agli utenti iscritti o abbonati
ISCRIVITI o ABBONATI
Sei già iscritto o abbonato? Effettua il login

ARTICOLI CORRELATI

Clima, leader UE al vertice di Biden: si tenta una coalizione globale per dare un prezzo al carbonio
Green Economy

Clima, leader UE al vertice di Biden: si tenta una coalizione globale per dare un prezzo al carbonio

Il presidente degli Stati Uniti annuncia di voler dimezzare le emissioni di gas serra entro il 2030 e mette allo stesso tavolo virtuale tutti i più grandi emettitori del pianeta durante la Giornata della Terra. Michel e von der Leyen: "Pronti a lavorare con i nostri partner", ma ricordano che Bruxelles è decisa a introdurre una tassa sul carbonio alle frontiere
Bruxelles mette in pausa la rotazione delle colture per aumentare la produzione di cereali
Agricoltura

Bruxelles mette in pausa la rotazione delle colture per aumentare la produzione di cereali

Adottata la deroga temporanea alle norme sulla rotazione delle colture e sul mantenimento di elementi non produttivi sui terreni coltivabili per aumentare la capacità produttiva dell'Ue per i cereali destinati ai prodotti alimentari. Bruxelles stima di poter riportare in produzione 1,5 milioni di ettari rispetto ad oggi, gli Stati e gli agricoltori potranno decidere se farvi ricorso