HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Ricco di gusto e non solo, l'export del gelato UE nel mondo vale 752 milioni di euro
[foto: Wikimedia]

Ricco di gusto e non solo, l'export del gelato UE nel mondo vale 752 milioni di euro

Il principale esportatore è la Francia, dicono gli ultimi dati Eurostat. Italia terzo produttore dell'UE, ma coni e coppette tricolore sono consumati soprattutto nello Stivale e nell'Unione

Bruxelles – Buono e rinfrescante. E’ uno dei prodotti simboli dell’estate. Prodotto per soddisfare i piccolo desideri di gola all’insegna del contrasto al caldo stagionale, il gelato è una delle richieste più gettonate tra le persone di tutte età. L’Europa si conferma il continente di coni e coppette. Nel 2020 l’Unione europea nel suo complesso ha prodotto oltre 2,9 miliardi di litri di gelato, esportandone solo una minima parte al di fuori dei confini comuni. Le vendite verso Paesi terzi hanno raggiunto i 232 milioni di chilogrammi, per un giro d’affari complessivo pari a 752 milioni di euro. 

Un mercato dunque ricco non solo di gusto, che causa pandemia ha subito una frenata. Rispetto al 2019 la produzione del gelato ‘made in EU’ nel 2020 si è ridotta del 9%. La chiusura di bar e ristoranti, e l’incertezza dei periodi di attività hanno inciso sui minori ordinativi di prodotto, comunque sempre molto gettonato.

Germania (642 milioni di litri prodotti), Francia (516 milioni di litri) e Italia (509 milioni di litri) i Paesi a contendersi il ruolo di motore trainante dell’Europa per il settore. Alla fine del 2020 risultano questi i principali produttori dell’oggetto del desiderio di grandi e piccini, secondo i dati diffusi da Eurostat.

Brutte notizie per il sistema Paese, solo quattro anni fa leader nel settore. Ora la produzione nazionale vede perdere terreno e posizioni, e da prima che era scivola al terzo posto.

I tedeschi possono vantare un altro record: oltre ad avere la maggiore quota di mercato, dispongono, in media, del gelato più economico (1,3 euro al litro). Dei tre principali attori del mercato a dodici stelle la Francia ha il prezzo più alto (2,2 euro per litro di gelato), con il ‘made in Italy’ che registra un prezzo intermedio (2 euro per litro di gelato).

Ma a far conoscere il gelato europeo attorno al mondo è soprattutto la Francia. L’Hexagone ha esportato 59 milioni di chilogrammi di gelato nel 2020, pari al 25% delle esportazioni di gelato extra-UE. Un dato che fa del Paese transalpino il più grande esportatore di gelato tra tutti gli Stati membri dell’UE, davanti ai Paesi Bassi (che hanno esportato 38 milioni di chilogrammi di gelato, o il 16% delle esportazioni totali extra-UE), alla Germania (29 milioni di chilogrammi, o il 13%) , Italia (20 milioni di chilogrammi, o 9%) e Belgio (16 milioni di chilogrammi, o 7%).

ARTICOLI CORRELATI