HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
Gas e nucleare, gli esperti propongono un sistema 'a semaforo' per gli investimenti sostenibili necessari all'UE

Gas e nucleare, gli esperti propongono un sistema 'a semaforo' per gli investimenti sostenibili necessari all'UE

La piattaforma di finanza sostenibile cerca un compromesso sulla divisiva tassonomia europea e propone di estenderne il campo di applicazione con due nuove categorie di attività economiche – "ambra" e "rossa" – per gli investimenti che non possono considerarsi propriamente 'verdi"

Bruxelles – Sei obiettivi ambientali, tre colori e un sistema comune europeo di classificazione degli investimenti sostenibili. La piattaforma europea di finanza sostenibile, che ha il ruolo di consigliare la Commissione Europea, ha presentato ieri (28 marzo) la sua proposta per estendere il campo di applicazione della tassonomia europea creando due nuove categorie di attività economiche – “ambra” e “rossa” – per gli investimenti che non possono considerarsi propriamente ‘verdi’. L’Unione Europea lavora da oltre due anni per introdurre un linguaggio comune di classificazione delle attività economiche, uno strumento per orientare gli investitori (soprattutto quelli privati) a fare scelte ragionate e a investire nella transizione del Green Deal.

Il secondo atto delegato adottato lo scorso 9 marzo che riguarda le attività cosiddette di transizione e include a certe condizioni e per un tempo limitato anche investimenti verso centrali a gas e nucleari. La decisione dell’Esecutivo di inserirli nella tassonomia – senza una chiara distinzione rispetto alle attività propriamente ‘green’ – ha suscitato forti critiche in Parlamento e in Consiglio dell’UE, i due co-legislatori che devono pronunciarsi sul regolamento nei prossimi quattro mesi. Cercando una mediazione, la piattaforma di esperti ha proposto quindi un sistema di classificazione a semaforo, per introdurre al fianco della categoria ‘verde’ anche una “ambra”, intermedia per tutti gli investimenti che non sono propriamente sostenibili ma che possono svolgere un ruolo nella transizione ecologica, come il gas e il nucleare, e una “rossa” per le attività che causano danni ambientali significativi e che, quindi, vanno eliminate. Oltre a queste tre categorie di colore, si propone di inserire una categoria dedicata alle attività che hanno un impatto diretto limitato sull’ambiente.

 

“È davvero importante essere chiari su quali sono queste transizioni necessarie, per assicurarsi che i mercati dei capitali possano impegnarsi”, ha spiegato nel corso della presentazione Nancy Saich, membro della Banca europea per gli investimenti (BEI) e del gruppo consultivo di esperti della Commissione. Nell’idea della piattaforma di finanza sostenibile, ampliare le categorie della tassonomia può aiutare le aziende a finanziare la vera transizione verso quelle attività che possono svolgere un ruolo verso una economia decarbonizzata. Benefici anche dal punto di vista della trasparenza, perché avere tre categorie distinte aiuta anche a capire meglio in cosa si sta investendo.

La proposta della piattaforma potrebbe in effetti essere la base di un compromesso per arrivare a una posizione comune tra le tre istituzioni europee. Parlamento e Consiglio hanno da inizio marzo quattro mesi per esaminare il documento ed eventualmente opporsi, con la possibilità di chiedere un periodo extra di due mesi per valutare il testo. Agli Stati serve una super maggioranza di almeno 20 Stati membri (su 27) per opporsi, mentre al Parlamento europeo basta una maggioranza semplice (ossia almeno 353 deputati in seduta plenaria). Varie fonti dell’Eurocamera sostengono che una prima votazione dell’atto delegato nelle commissioni competenti ambiente (ENVI) e i problemi economici (ECON) dovrebbero svolgersi dal 14 al 21 giugno, per poi fare approdare il testo al voto dell’intera plenaria nella prima settimana di luglio.

ARTICOLI CORRELATI

L'etichetta 'verde' per il gas in balia della crisi energetica con la Russia
Green Economy

L'etichetta 'verde' per il gas in balia della crisi energetica con la Russia

Oltre 100 deputati scrivono alla Commissione di ripensare l'atto delegato sulla tassonomia verde, l'indipendenza dal gas russo lo rende urgente e necessario. Il sistema di classificazione degli investimenti sostenibili torna alla ribalta nel dibattito europeo, entro fine marzo la Piattaforma per la finanza sostenibile proporrà una categoria intermedia ("ambra") per le attività non pienamente 'green'
Parigi e Berlino in 'missione' a Washington prima del Vertice Ue. A Bruxelles sfuma l'idea di nuovo debito comune per il Piano industriale green
Economia

Parigi e Berlino in 'missione' a Washington prima del Vertice Ue. A Bruxelles sfuma l'idea di nuovo debito comune per il Piano industriale green

I Ventisette su posizioni distanti prima del Vertice Ue che giovedì e venerdì riunirà i leader nella capitale belga per discutere della risposta al piano Usa contro l'inflazione. Le Maire e Habeck incontreranno domani il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen per cercare di negoziare aggiustamenti al grande piano americano