HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
E' morto Mauro Petriccione, direttore generale per il Clima della Commissione europea
Mauro Petriccione (Direttore generale Clima della Commissione europea ad un evento di Eunews)

E' morto Mauro Petriccione, direttore generale per il Clima della Commissione europea

Da Bruxelles a Roma parole di cordoglio per il responsabile della rivoluzione economica e sociale del Green Deal europeo

Bruxelles – Mauro Petriccione, dal 2018 direttore generale del dipartimento per l’azione climatica (DG CLIMA) della Commissione europea, è scomparso all’età di 65 anni presso l’ospedale di Amburgo, in Germania, dopo un breve ricovero. A darne conferma, come riportato da varie agenzie, il vicepresidente esecutivo per il Green Deal, Frans Timmermans, che in un messaggio lo ha ricordato come un “nostro collega e nostro amico. Era un vero europeo nella migliore tradizione dell’organizzazione in cui ha lavorato per la maggior parte della sua carriera”.

Petriccione, ha sottolineato ancora Timmermans, “era un convinto sostenitore della leadership europea sull’azione per il clima e un negoziatore estremamente efficace ai massimi livelli internazionali”. “Ma più di ogni altra cosa, rimarrò grato per la sua amicizia, il suo discreto senso dell’umorismo, la sua disponibilità a consigliare e aiutare sempre, molto al di sopra e al di là del proprio dovere”, ha concluso Timmermans. Petriccione si era laureato in legge all’Università di Bari nel 1982 e ha iniziato a lavorare presso la Commissione europea nel 1987, responsabile in un primo tempo dall’area del Commercio (Trade) dell’esecutivo comunitario dal 2004 al 2018, passando poi all’area del Clima.

E così lo ricordano sia a Roma che a Bruxelles, come un fermo sostenitore della transizione climatica che stava guidando insieme alla Commissione europea. “È con profondo dolore che ho appreso della scomparsa di Mauro Petriccione, il nostro Direttore Generale per l’Azione per il Clima. Mauro era un caro e rispettato collega. Il suo lavoro gli è valso rispetto e amicizie in Europa e oltre. I miei pensieri sono con la sua famiglia ei suoi amici in questi tempi tristi”, il ricordo su twitter della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, sulla scomparsa del direttore generazione della direzione clima della Commissione europea.

“Un italiano a Bruxelles che si è sempre distinto per la sua professionalità in posizioni di rilievo come quella di Vice Direttore Generale per il Commercio e – dal 2018 a oggi – di Direttore Generale per l’azione climatica. In quest’ultima posizione è stato al centro della rivoluzione economica e sociale del Green Deal europeo e di negoziati complessi sul pacchetto ‘Fit for 55′ che hanno trovato una soluzione lo scorso giugno durante la Presidenza francese del Consiglio UE”, ha scritto in una nota il sottosegretario agli Affari europei Enzo Amendola. “Ricordo la sua competenza, l’umanità lo spirito di squadra e sono vicino ai suoi cari”, fa eco anche il commissario europeo all’economia, Paolo Gentiloni.