“Nencini restituisca 450mila euro al Parlamento europeo”

print mail facebook twitter single-g-share

Lo chiede l’avvocato generale della Corte Ue. Secondo i funzionari dell’Aula di Strasburgo l’attuale viceministro dei trasporti avrebbe percepito in maniera irregolare quando era eurodeputato 46.550 euro a titolo d’indennità di viaggio e 409.352 a titolo d’indennità di assistenza di segreteria, ma il politico ha fatto ricorso contestando le cifre

LASCIA UN TUO COMMENTO