Di Maio e Salvini si rimpallano la colpa dello stallo, ma l’ostacolo resta Berlusconi

print mail facebook twitter single-g-share

I leader di M5s e Lega continuano a trovare sintonie, ma sono divisi sulla presenza di Forza Italia in maggioranza e sulla leadership dell’esecutivo. Domani si chiuderà il secondo giro di consultazioni da Mattarella

LASCIA UN TUO COMMENTO