HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Elezioni 2022 Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Dopo il Belgio, anche l'Olanda distribuisce pillole contro eventuale incidente nucleare

Dopo il Belgio, anche l'Olanda distribuisce pillole contro eventuale incidente nucleare

Il governo dei Paesi Bassi ha ordinato 15 milioni di compresse per proteggere la popolazione che vive vicino alle centrali

Bruxelles – Il governo olandese ha ordinato 15 milioni di pillole di iodio per proteggere la popolazione che vive vicino ad una centrale nucleare, nel caso in cui si verificasse un incidente. L’annuncio arriva dopo la decisione del Belgio di distribuire le compresse all’intera popolazione. L’Olanda ha una sola centrale nucleare, a Borssele, nel sud-ovest, ma è circondata da altri reattori: gli impianti di Emsland in Germania e le due strutture in Belgio, Doel e Tihange. Per questo motivo le pillole saranno fornite anche alle persone che vivono nelle zone di confine.

Le autorità olandesi hanno affermato che vorrebbero “seguire come (i belgi) affronteranno la distribuzione di queste pillole e dove saranno a disposizione – se le persone dovranno andare a prenderle in una farmacia o in un servizio sanitario locale” ha precisato Edith Schippers, portavoce del ministero della salute. Schippers ha inoltre aggiunto che le pillole di iodio saranno fornite prima ai bambini sotto i 18 anni e alle donne in gravidanza che vivono in un raggio di 100 chilometri da uno degli impianti. Il resto della fornitura potrebbe essere messo a disposizione di tutti coinvolti in un potenziale incidente nucleare, tra cui “turisti, visitatori e lavoratori”.