HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Avviati i negoziati per l'accordo commerciale bilaterale Ue-Nuova Zelanda
New zealand flag with european union flag, 3D rendering

Avviati i negoziati per l'accordo commerciale bilaterale Ue-Nuova Zelanda

Oggi a Wellington la commissaria Cecilia Malmström ha dato avvio alle trattative per una nuova intesa di libero scambio dopo quelle partite con l'Australia

Bruxelles – Si avviano oggi a Wellington, capitale neozelandese, i negoziati per un accordo commerciale tra l’Ue e la Nuova Zelanda. L’Unione europea conferma la scelta di spingere sugli accordi di libero scambio come risposta globale e ambiziosa alle mosse protezionistiche del presidente statunitense Donald Trump. I negoziati, condotti dalla commissaria per il Commercio Cecilia Malmström con il ministro del Commercio neozelandese David Parker, “sono finalizzati a eliminare gli ostacoli agli scambi di beni e servizi, e ad agevolare gli scambi e renderli più sostenibili”, come dichiara l’esponente dell’esecutivo comunitario.

“La giornata di oggi”, ha proseguito la commissaria, “segna una tappa fondamentale nelle relazioni tra Ue e Nuova Zelanda che, come tutti gli accordi commerciali siglati dall’Ue con i propri partner più stretti, offrono opportunità economiche e recano benefici sia per le imprese che per i cittadini”. La titolare del Commercio Ue è convinta di aver “trovato un partner che difende i nostri stessi valori fondamentali, e l’accordo commerciale avviato oggi costituisce un’eccellente occasione per plasmare la globalizzazione, agevolando gli scambi commerciali e salvaguardando, al tempo stesso, lo sviluppo sostenibile”. “Possiamo fissare norme comuni ambiziose grazie a questo accordo bilaterale sul commercio e possiamo dare il buon esempio su come gestire i negoziati commerciali”, ha concluso Malmström.

L’Ue, che è il terzo partner commerciale della Nuova Zelanda, darà avvio al primo ciclo formale di trattative tra i negoziatori delle due parti a Bruxelles, dal 16 al 20 luglio. L’anno scorso gli scambi bilaterali tra l’Ue e il Paese dell’Oceania, legati in particolare alle esportazioni dall’Ue in Nuova Zelanda di attrezzature di trasporto e macchinari legati al settore manifatturiero, di prodotti chimici, prodotti alimentari e materie plastiche oltre che di servizi nel settore terziario, sono stati pari a 8,7 miliardi di euro.

L’annuncio di oggi fa seguito all’avvio dei negoziati con l’Australia, annunciato dalla stessa commissaria Ue per il Commercio all’inizio di questa settimana, e avviene poco dopo la conclusione dei negoziati con il Messico, la finalizzazione degli accordi con il Giappone e Singapore e l’entrata in vigore dell’accordo commerciale Ue-Canada dello scorso settembre. Con la stipula di questo uteriore accordo, si prevede che gli scambi commerciali bilaterali tra Ue e nuova Zelanda aumenteranno quasi del 50%.

ARTICOLI CORRELATI

Stretta Ue sugli imballaggi, la Commissione propone obiettivi di riuso per ridurre i rifiuti e rassicura l'Italia:
Economia

Stretta Ue sugli imballaggi, la Commissione propone obiettivi di riuso per ridurre i rifiuti e rassicura l'Italia: "Molto è stato fatto, ma vogliamo di più"

Nel quadro del pacchetto sull'economia circolare, la Commissione propone la controversa revisione della direttiva imballaggi che ha destato preoccupazione in Italia. Il vice presidente Timmermans in italiano chiarisce che “nessuno vuole mettere fine alle pratiche di riciclo che funzionano bene o mettere in pericolo gli investimenti”