HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Elezioni europee, calciatori sostengono 'Stavolta voto' per promuovere la partecipazione
Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, firma il protocollo d'intesa con le associazioni calciatori di Italia, Croazia ed Europa, alla presenza dei rispettivi presidenti, Damiano Tommasi, Dario Simic e Jonas Baer-Hoffmann (foto:eunews)

Elezioni europee, calciatori sostengono 'Stavolta voto' per promuovere la partecipazione

Parlamento europeo e sindacati degli atleti firmano protocollo anti-astensionismo. Tommasi (AIC): "Votare è un diritto e un dovere. Esercitarli è la cosa più bella per la costruzione del nostro futuro"

da uno degli inviati

Strasburgo – Ieri campioni dello sport, oggi campioni di democrazia. I calciatori scendono in campo per disputare la competizione europea delle elezioni di maggio. Associazione italiana calciatori (AIC), Associazione dei calciatori croati (HUNS) e la divisione europea della Federazione internazionale delle associazioni dei calciatori (FIFPro, il sindacato internazionale dei calciatori) aderiscono a ‘Stavolta voto’, la campagna del Parlamento europeo per la partecipazione alle elezioni di primavera.

I rappresentanti delle tre sigle sono stati ricevuto a Strasburgo dal presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, per la firma del protocollo d’intesa con cui le associazioni faranno campagna a sostegno della partecipazione del voto. Non si indicherà chi votare, ma di sensibilizzare circa l’importanza di recarsi alle urne.

“L’astensionismo è un problema”, riconosce Tajani. “Le persone seguono le star del cinema e dello sport. Vedere atleti che invitano a votare credo sia importante per la partecipazione. Il messaggio che mandiamo è: siamo campioni perché usiamo la testa, non solo piedi e mani”.

Un momento dell’incontro tra Tajani e i rappresentanti sindacali dei calciatori (foto: eunews)

Dello stesso avviso anche Damiano Tommasi, centrocampista campione d’Italia con la maglia della Roma, un passato in nazionale (under 21 e maggiore), e attuale presidente dell’AIC. “Ci siamo, e ci fa piacere fare parte di questa campagna”. Come spiega, “partecipare ad una causa che contribuisce a creare le istituzioni è importante”. In Italia così come altrove “non partecipare e criticare è uno sport molto praticato, ma chi non partecipa ha sempre torto”. Per questo invitare a far sentire la propria voce risulta determinante, anche nel mondo del football. “Purtroppo a volte il calcio lancia messaggi ambigui, questa volta è chiaro. Votare è un diritto e un dovere. Esercitarli è la cosa più bella per la costruzione del nostro futuro”.

Damiano Tommasi consegna a Tajani la maglia di Sara Gama, capitano della Juventus femminile (foto: eunews)

Jonas Baer-Hoffmann, capo del sindacato europeo dei calciatori, spiega di aver aderito senza alcun dubbio. “Parlamento europeo e Unione europea sono infrastrutture importanti per i cittadini, e i calciatori sono innanzitutto cittadini”. Partecipando “speriamo di apportare un contributo positivo alle elezioni”.

Alla speciale cerimonia anche il presidente del sindacato croato Dario Simic, ex stella del calcio di Croazia nota in Italia per aver militato nella fila di Inter e Milan. Anche se per Tajani, la vera stella croata ha un altro nome. “Mario Mandzukic è straordinario. Può giocare in difesa, in attacco… Gli manca solo di fare il portiere”.

Qatar 2022, il Parlamento Ue chiede risarcimenti per le vittime e punta il dito contro la corruzione
Sport

Qatar 2022, il Parlamento Ue chiede risarcimenti per le vittime e punta il dito contro la corruzione "dilagante" della FIFA

In una risoluzione approvata per alzata di mano all'emiciclo di Strasburgo, gli eurodeputati esprimono "cordoglio per le migliaia di vittime" e chiedono che vengano acclarati i responsabili. Sdegno per "gli abusi perpetrati contro la comunità LGBTQ+", con i rappresentanti del M5S che si presentano in aula con la fascia arcobaleno
Polemica per la fascia arcobaleno in Qatar, per la Commissione Ue i diritti LGBTQ+
Sport

Polemica per la fascia arcobaleno in Qatar, per la Commissione Ue i diritti LGBTQ+ "vanno riconosciuti in tutto il mondo". Ferma condanna dal Parlamento

Mentre 7 federazioni calcistiche europee decidono di non indossare la fascia a sostegno della comunità LGBTQ+ e puntano il dito contro la FIFA, per il commissario Ue Margaritis Schinas la manifestazione in Qatar "merita un successo globale". La Commissione chiarisce, "apprezziamo i risultati ottenuti con l'attuazione delle riforme, ma restano problemi di diritti umani e diritti del lavoro". Intanto in Parlamento acceso dibattito sul tema, con la deputata Aubry Manon che indossa la fascia in aula