HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Calcio, il Tribunale Ue assolve le squadre spagnole:
Una fase di gioco tra Barcellona e Real Madrid

Calcio, il Tribunale Ue assolve le squadre spagnole: "Non dimostrati aiuti di Stato illeciti"

Secondo i giudici la Commissione europea non ha dimostrato i vantaggi derivati dal diverso trattamento fiscale, e ha considerato dati limitati

Bruxelles – Tutti assolti. Athletic Bilbao, Barcellona, Osasuna e Real Madrid non hanno infranto le regole comunitarie sugli aiuti di Stato. O almeno, così non è stato provato dalla Commissione europea che aveva sollevato la questione in Tribunale dell’Ue. I giudici di Lussemburgo sono dell’idea che Bruxelles non abbia provato che per le squadre spagnole di calcio esistesse un regime di favore, e dunque non si può esigere alcun recupero.  Una soluzione che piace a tutti ed in particolare a chi utilizza codici e promozioni snai per osservare queste importanti squadre.

Nel 1990 la legislazione spagnola ha imposto a tutte le società sportive di diventare delle società per azioni. Ciò al fine di responsabilizzare alle gestione. Tuttavia venne concessa una eccezione a qui club professionistici con conti in buona salute negli anni precedenti al 1990. Le quattro società spagnole in questione si avvalsero della facoltà di non diventare spa. Però, in quanto persone giuridiche senza fini di lucro, Athletic, Barcellona, Osasuna e Madrid hanno potuto beneficiare di una speciale aliquota d’imposta minore sui loro redditi fino al 2016. Un aiuto di Stato illegale, secondo Bruxelles.

A detta del Tribunale, però, la Commissione “non ha assolto in modo adeguato all’obbligo di provare che la misura controversa conferisse un vantaggio ai suoi beneficiari”. Non ha dimostrato, in sostanza, che vi fosse un’agevolazione. Anche perché l’antitrust comunitario ha considerato dati e cifre relative a soli quattro anni, mentre il periodo oggetto del regime controverso era compreso tra il 1990 e il 2015.

La Commissione può sempre ricorrere in appello alla Corte. Per il momento il calcio spagnolo è però non colpevole dei reati contestati dall’Ue.

Qatar 2022, il Parlamento Ue chiede risarcimenti per le vittime e punta il dito contro la corruzione
Sport

Qatar 2022, il Parlamento Ue chiede risarcimenti per le vittime e punta il dito contro la corruzione "dilagante" della FIFA

In una risoluzione approvata per alzata di mano all'emiciclo di Strasburgo, gli eurodeputati esprimono "cordoglio per le migliaia di vittime" e chiedono che vengano acclarati i responsabili. Sdegno per "gli abusi perpetrati contro la comunità LGBTQ+", con i rappresentanti del M5S che si presentano in aula con la fascia arcobaleno
Polemica per la fascia arcobaleno in Qatar, per la Commissione Ue i diritti LGBTQ+
Sport

Polemica per la fascia arcobaleno in Qatar, per la Commissione Ue i diritti LGBTQ+ "vanno riconosciuti in tutto il mondo". Ferma condanna dal Parlamento

Mentre 7 federazioni calcistiche europee decidono di non indossare la fascia a sostegno della comunità LGBTQ+ e puntano il dito contro la FIFA, per il commissario Ue Margaritis Schinas la manifestazione in Qatar "merita un successo globale". La Commissione chiarisce, "apprezziamo i risultati ottenuti con l'attuazione delle riforme, ma restano problemi di diritti umani e diritti del lavoro". Intanto in Parlamento acceso dibattito sul tema, con la deputata Aubry Manon che indossa la fascia in aula