HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Letta incontra gli eurodeputati PD: bis per Benifei capo delegazione

Letta incontra gli eurodeputati PD: bis per Benifei capo delegazione

"Veto-crazia male dell'Europa" dice a un evento dell'Assemblea nazionale francese. Poi l'incontro con gli eurodeputati DEM

Roma – Giornata dedicata all’Europa per il segretario del PD Enrico Letta, un tema che aveva messo al centro dell’agenda del partito già nell’intervento per la sua elezione. Aprendo la seconda giornata di lavori dell’evento “Europe Urgence Europe Espoir” organizzata dall’Assemblea nazionale a Parigi, Letta ha indicato alcune priorità: far nascere l’Europa della salute, il superamento del diritto di veto nei processi decisionali dell’UE e potenziamento della partecipazione dei cittadini.

Lo sguardo è alla Conferenza del Futuro dell’Europa che dovrebbe tenersi a maggio. “La veto-crazia è il male – ha sostenuto Letta – senza i veti nazionali avremo oggi l’Europa della salute, che non siamo mai riusciti ad avere. Arrivata la pandemia, i danni di questa mancanza si vedono ogni giorno”.

La linea da seguire a Bruxelles è stata al centro del confronto con la delegazione italiana nel gruppo Socialisti e Democratici, insieme all’assetto organizzativo dopo l’arrivo del nuovo segretario. Brando Benifei che guida la delegazione si è presentato alla prima riunione dimissionario un gesto apprezzato da Letta che lo ha ringraziato per la sensibilità dimostrata, e mostrato rispetto per l’autonomia del gruppo e apprezzamento per il lavoro svolto dagli deputati Dem in Europa. Al termine gli eurodeputati hanno confermato Benifei all’unanimità.

rifugiati, lavoro, parlamento europeo
Brando Benifei

Il capodelegazione, ringraziando il segretario per la fiducia ha poi detto di essere “onorato della stima ricevuta, consapevole delle nuove sfide dinnanzi a noi per il rilancio dell’agenda europea e per la ripartenza del Paese”.

L’impegno del PD è “investire sulla Conferenza sul Futuro dell’Europa per ribilanciare l’azione dell’Unione in senso sociale, mettere in atto una nuova agenda di diritti e per rendere l’UE all’altezza della competizione economica e politica globale”. Sfide politiche – conclude Benifei – che saranno la riforma della governance economica europea e il dispiegamento del Next Generation EU per rendere l’Europa più sostenibile e digitale, con la creazione di una vera Unione fiscale”