HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
COVID, anche l'Europarlamento estende il green pass UE fino a giugno 2023

COVID, anche l'Europarlamento estende il green pass UE fino a giugno 2023

Via libera dell'Aula alla proposta di mantenere il regime in vigore di altri 12 mesi. Ora i negoziati inter-istituzionali con il Consiglio

Bruxelles – Avanti con il certificato digitale COVID fino a giugno 2023. L’Aula del Parlamento europeo ha approvato la richiesta di estensione dello speciale documento istituito per permettere la libera circolazione anche in tempi di pandemia di COVID-19, allineandosi sulle posizioni del Consiglio dell’UE. , che aveva già dato voto favorevole all’estensione fino a giugno 2023 del sistema del certificato verde. Il testo finale è stato approvato con 432 voti favorevoli, 130 contrari e 23 astenuti. La principale novità è che oltre alle informazioni relative a vaccinazioni, guarigioni e test molecolari, sarà possibile ottenere il green pass anche a seguito di test antigenici.

Con il loro voto i deputati chiedono agli Stati membri di astenersi da ulteriori restrizioni alla libertà di movimento per i titolari del certificato, “a meno che non sia strettamente necessario”. Qualora le restrizioni risultassero necessarie, queste dovrebbero essere limitate e proporzionate in base agli ultimi consigli scientifici del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e del comitato per la sicurezza sanitaria UE. Inoltre, i deputati vogliono che il periodo di applicazione del certificato sia il più breve possibile e chiedono alla Commissione di valutare, dopo sei mesi dalla proroga, l’utilità e la conformità del certificato e la sua revoca non appena la situazione epidemiologica lo permetterà.

Alla luce di questo via libera parlamentare possono iniziare i negoziati inter-istituzionali con il Consiglio, che avranno avvio “immediatamente”, fanno sapere dall’Eurocamera, in modo che le regole entrino in vigore prima della scadenza dell’attuale regime, il 30 giugno.

ARTICOLI CORRELATI