HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
D20 Leader, i giovani talenti incontrano l’Europa

D20 Leader, i giovani talenti incontrano l’Europa

Da oggi fino a mercoledì 20 novembre a Bruxelles è in programma il progetto “Diventi Leader” di Fondirigenti per scoprire l’Europa con le sue istituzioni

Bruxelles – Tre giorni di incontri, da oggi fino a mercoledì 20 novembre, per scoprire l’Europa con le sue istituzioni: il progetto “Diventi Leader” approda a Bruxelles. Una chance per cinquanta giovani, di età media inferiore ai 25 anni, impegnati sino ad aprile in un progetto completamente gratuito, della durata di sei mesi, di formazione alla managerialità realizzato da Fondirigenti, la Fondazione promossa da Confindustria e Federmanager. Si tratta di un percorso di studi e di esperienze sul campo – spiega una nota di Fondirigenti – su cui la Fondazione ha investito complessivamente 2 milioni di euro, con l’obiettivo di farli diventare un giorno leader nel nostro Paese, sia nelle aziende che in altre realtà sociali. Proprio in questi giorni, fanno sapere gli organizzatori, sono in atto le selezioni di altri 50 giovani che parteciperanno alla seconda edizione: i termini per fare domanda sono scaduti infatti l’11 novembre scorso.

Un ruolo di rilievo hanno avuto gli “study tour” all’estero. I ragazzi della prima edizione sono da poco rientrati da un viaggio in Israele, dove hanno visitato i principali centri dell’innovazione, giungendo a contatto con numerose “start up” create da altri giovani. A Bruxelles – prosegue la nota – saranno guidati dal direttore generale di Fondirigenti, Costanza Patti, per questa nuova esperienza di approfondimento conoscitivo di un mondo, quello dell’Unione, con cui avranno sempre più a che fare. Sarà il messaggio del Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, a dare inizio agli incontri con le istituzioni, descritte non come lontane e fredde, ma vicine al loro futuro. Cristina Scarfia, delegata di Confindustria presso l’Ue, introdurrà processi e funzionamento degli organi comunitari e Chiara Bellani presenterà i tratti salienti di quanto la Commissione europea fa per i giovani, fornendo loro le necessarie informazioni sulle opportunità che si aprono e gli strumenti che saranno a loro disposizione, mentre Dario Nicolella, il giorno dopo, svolgerà una relazione sul programma Erasmus.

Protezione e sicurezza dei dati saranno oggetto delle conversazioni di Cinzia Guido e Massimo Attoresi; Marco Bresolin, corrispondente del quotidiano “La Stampa”, si confronterà con i ragazzi di “Diventi Leader” su come l’Europa viene raccontata sui media. Nel pomeriggio di oggi è previsto un appuntamento con alcuni eurodeputati, e domani vi sarà l’incontro con i rappresentanti del Cese, il Comitato economico e sociale europeo, per comprendere compiti e responsabilità delle parti sociali nella costruzione europea. Mercoledì mattina, a Lussemburgo, vi sarà la visita alla Banca Europea degli Investimenti, per incontrare poi il suo vicepresidente, Dario Scannapieco, e ascoltare dal capo divisione Banche, Anna Fusari, una lezione sugli strumenti della Bei per favorire gli investimenti e la competitività europea. Tappa finale alla Corte di giustizia europea, con visita guidata e incontro con l’avvocato generale Giovanni Pitruzzella. Dal profilo dei giovani partecipanti alla prima edizione del progetto – conclude la nota – risulta, oltre all’età media di 25 anni, che il 54 per cento proviene dal Nord, il 22 per cento dal Centro e il 24 da Sud e Isole, mentre i giovani già laureati sono il 58 per cento, gli studenti il 32 e un’altra quota del 10 per cento già lavora.

ARTICOLI CORRELATI