Ursula von der Leyen senza sedia all'incontro con Erdogan. Parte male il nuovo dialogo con Ankara ma la colpa è dell'UE
Fabio Massimo Castaldo

Ursula von der Leyen senza sedia all'incontro con Erdogan. Parte male il nuovo dialogo con Ankara ma la colpa è dell'UE

L'imbarazzo della presidente della Commissione europea e l'inazione del presidente del Consiglio Charles Michel che non muove un dito per mostrare solidarietà verso l'altra leader. Il portavoce capo dell'Esecutivo: "von der Leyen sorpresa, ma ha preferito dare priorità ai contenuti dell'incontro"
Allargamento UE, eurodeputati chiedono più sforzo a Stati membri:
Fabio Massimo Castaldo

Allargamento UE, eurodeputati chiedono più sforzo a Stati membri: "Se tradiamo le promesse nei Balcani, processo a rischio"

Approvate in plenaria le quattro relazioni sui progressi di Albania, Macedonia del Nord, Kosovo e Serbia sul cammino europeo. Cambio di passo per l'avvio dei quadri negoziali con Tirana e Skopje, supporto al dialogo Belgrado-Pristina perché le parti non abbandonino i negoziati
Turchia, il ministro degli Esteri a Bruxelles per rilanciare rapporti con UE:
Fabio Massimo Castaldo

Turchia, il ministro degli Esteri a Bruxelles per rilanciare rapporti con UE: "Atmosfera sta migliorando"

Distensione nel Mediterraneo orientale e cooperazione regionale al centro dell'incontro con l'alto rappresentante Borrell. Forse Michel e von der Leyen da Erdogan la settimana prossima. Dal Parlamento si chiede fermezza sul rispetto della democrazia
Fabio Massimo Castaldo

"Verità su Regeni e liberazione immediata di Zaki": l'appello del Parlamento Ue per i diritti umani in Egitto

Via libera alla risoluzione, deputati italiani votano compatti a favore. Si chiede all'Ue di esortare "le autorità egiziane a collaborare" per far luce sull'omicidio di Regeni e scarcerare Patrick Zaki. Sassoli: "Nessun compromesso su verità, giustizia e diritti umani"
Bielorussia, Sassoli:
Fabio Massimo Castaldo

Bielorussia, Sassoli: "Col Premio Sakharov l'UE si schiera non solo a parole. Missione sul campo al più presto"

Alla cerimonia di premiazione è intervenuta anche la leader legittima riconosciuta dall'UE, Sviatlana Tsikhanouskaya: "Salvaguardare i diritti umani non è interferenza di uno Stato sovrano. Chiediamo un aiuto per una Bielorussia libera"